GP2 Valencia 2012: Razia e Gutierrez vittorie tra colpi di scena

da , il

    GP2 Valencia 2012: Razia e Gutierrez vittorie tra colpi di scena

    Luis Razia

    E’ stata lotta a tre per la vittoria nella seconda gara della GP 2 a Valencia. Luis Razia ha avuto la meglio su James Calado, autorevolmente al comando per tutta la gara. Ma a poche curve dalla conclusione, il brasiliano ha sopravanzato Calado, mentre il podio è stato completato da Fabio Leimer. Gara complicata per Davide Valsecchi, partito 18mo in griglia dopo la penalizzazione inflitta in gara 1 per aver sopravanzato la Safety Car. Il leader della classifica mondiale di GP2 è andato contro le barriere nella carambola innescata da Marcus Ericsson, che dopo aver azzeccato un’ottima partenza ha provato a scavalcare all’esterno Berthon, terminando però contro le gomme. Gutierrez, Coletti e Valsecchi sono finiti addosso alla macchina di Ericsson, con il solo Valsecchi ripartito grazie all’aiuto dei commissari. Guarda anche:

    Safety car in pista, la prima di giornata, in attesa di rimuovere le vetture incidentate. Alla ripartenza, ancora bagarre tra Cecotto e Palmer, che in battaglia hanno causato una nuova sospensione con la vettura di sicurezza chiamata in causa.

    Quando finalmente la corsa è ripartita, in testa Calado ha dovuto guardarsi dagli attacchi di Haryanto, con Razia ottavo. Il giapponese della Carlin ha provato a più riprese l’attacco su Razia, ma il risultato è stata l’ala anteriore danneggiata.

    Assalto respinto ancora una volta da parte di Calado, che ha poi dovuto fare i conti con Leimer. E’ stata lotta portata avanti fino all’ultimo giro, con Razia in rimonta e alle spalle dei duellanti. Giro conclusivo al cardiopalma: Leimer attacca Calado alla curva 12 ma deve restituire la posizione a Calado, alla curva 17. Il brasiliano beffa entrambi, con Calado in crisi di gomme e la vettura danneggiata dal contatto con Haryanto, chiudendo con 1”1 di vantaggio su Calado e 1”5 su Leimer. A punti anche Chilton, Berthon, Van der Garde, Trummer, Leal. Al comando del campionato resiste Valsecchi, ma Razia è distaccato di un solo punto.

    Classifica Gara 2 – GP2 Valencia 2012

    1 . L. Razia- Arden International- 23 giri

    2 . J. Calado -Lotus GP +1.179

    3 . F. Leimer- Racing Engineering +1.587

    4 . M. Chilton -Carlin +2.425

    5 .N. Berthon -Racing Engineering +2.957

    6 . G. Van Der Garde- Caterham Racing + 4.969

    7 . S. Trummer- Arden International + 8.415

    8 . J. Leal -Trident Racing +9.501

    9 . D. De Jong- Rapax +13.591

    10 . D. Valsecchi- DAMS +17.564

    GP2 Valencia 2012, gara 1 a Gutierrez

    Esteban Gutierrez

    Esteban Gutierrez

    Il sabato della GP2 Valencia 2012 è stato emozionante quanto, e se possibile anche più, le qualifiche di Formula 1. Tra safety car e penalizzazioni post-gara, alla fine ha avuto la meglio Esteban Gutierrez. Al secondo posto ha chiuso Ericsson, terzo Leimer. L’episodio che ha ricompattato Gutierrez con la testa della corsa è stata la safety car entrata in pista per rimuovere i detriti dell’incidente tra Dillmann e Gonzales, mentre il leader era Calado. Quest’ultimo non ha effettuato il pitstop obbligatorio, a differenza di tutti i più immediati inseguitori e non potendosi fermare sotto regime di Safety Car, per non piombare in fondo al gruppo, il pilota della Lotus è rimasto in pista sperando di guadagnare il margine buono per fermarsi alla ripartenza. Ma una seconda Safety Car, entrata dopo lo spettacolare incidente tra Palmer e Crestani (Crestani che non ha potuto partecipare a Gara 2 per i danni riportati dalla monoposto; ndr).

    Seconda ripartenza, con Calado davanti a Leimer e Gutierrez. Nel tentativo di scavalcare Leimer, Gutierrez tocca lo svizzero e Razia ne approfitta per lanciarsi all’inseguimento del leader Calado. Performance delle gomme migliori per Gutierrez, che recupera e si riprende la posizione su Razia, superato anche da Ericsson al 21mo giro.

    Tutto finito? Affatto. C’è il tempo per un’altra interruzione e Safety Car, entrata per il contatto tra Gonzales e Serenelli. Ne approfitta per fermarsi Calado, fino ad allora primo, precipitando in 10ma posizione, mentre Gutierrez si ritrova al comando della gara davanti a Razia ed Ericsson. Le posizioni di testa resteranno consolidate fino al termine, mentre Calado – risalito fino all’ottava piazza – veniva passato da Valsecchi, a fine gara penalizzato per una scorrettezza in regime di safety car.