Hamilton: con Schumacher è tutta un’altra sfida

Lewis Hamilton è come un bambino che non vede l'ora di conoscere il suo mito

da , il

    Lewis Hamilton scalda il motore. La sfida con l’ex campione del mondo Michael Schumacher, tornato in F1 dopo 4 anni di assenza dalle competizioni, sarà diversa da quella con qualsiasi altro pilota di questa stagione 2010. Nel corso degli ultimi test invernali i due iridati ci hanno già dato un’anticipazione di quella che presto sarà la realtà: nel corso della simulazione di gara infatti, Hamilton e Schumacher si sono trovati così vicini che la voglia di combattere per un virtuale primo posto ha per un attimo preso il sopravvento.TEST BARCELLONA. È proprio dopo aver assaporato la sfida con il 7 volte campione del mondo che Hamilton ha dichiarato che la presenza di Michael in pista renderà ancora più speciale la stagione ormai alle porte. “Mi sono divertito” ha dichiarato il pilota della McLaren, “mi trovavo nel corso del mio ultimo stint e ho raggiunto Michael. In quel momento ho pensato che piuttosto che stargli dietro potevo godermela un po’ e vedere se ero in grado di avvicinarlo. Devo ammettere che è stata dura ma allo stesso tempo interessante vedere come si comportava la vettura in fase di sorpasso. Sicuramente era una buona occasione per imparare qualcosa, quindi ho pensato che dovevo passarlo molto velocemente.” Hamilton, approfittando di una delle curve per attaccare Schumacher, è riuscito a sorpassarlo dall’interno. Nonostante le monoposto si trovassero in due situazioni differenti, dal momento che la McLaren stava correndo con meno benzina a bordo, Hamilton pensa che anche Schumacher non si sia affatto dispiaciuto di quei pochi secondi in cui la brezza della sfida si è fatta sentire nelle vene di entrambi.

    MICHAEL SCHUMACHER. Il pilota di McLaren ha infine aggiunto che vedere la monoposto di Schumacher davanti a sé è stata una sensazione unica, ben diversa da quella di trovarsi a combattere con gli altri piloti del Circus…Per un giovane pilota che probabilmente prima di approdare in F1 ha seguito con grande ammirazione le gesta di un campione del calibro di Schumacher, ritrovarsi a correre fianco a fianco con lui non dev’essere stata un’emozione da poco. “Lui è una leggenda!” ha infatti commentato il giovane Hamilton. “Tutti coloro che possono fregiarsi del titolo di campione del mondo sono ovviamente degni di rispetto, ma qui parliamo di colui che ha conquistato il titolo per ben 7 volte…”

    MP4-25. Hamilton si è inoltre dichiarato soddisfatto dei progressi fatti dalla sua nuova MP4-25 nel corso dei test invernali, in modo particolare del nuovo pacchetto aerodinamico che è stato adattato alla vettura per gli ultimi 2 giorni di test sul circuito di Montmelò. Non mi aspettavo di essere il più veloce, e far registrare tempi da qualifica non era nemmeno il nostro obiettivo. Abbiamo fatto un paio di uscite con pneumatici differenti e il tempo è venuto da sé. Sono soddisfatto di come è andata ed è positivo poter cominciare con il piede giusto.”