Hockenheim: missione sorpasso

da , il

    Hockenheim: missione sorpasso

    Schumacher secondo. Alonso settimo.

    Per i due sfidanti la situazione al via è completamente diversa, ma l’obiettivo è lo stesso: sorpassare!

    Tutto più semplice per il tedesco. Ci sarà solo da far fuori Raikkonen. E se il finlandese dovesse essere un osso troppo duro, la manovra potrà tranquillamente essere effettuata alla prima delle tre soste in programma per Kimi, una in più del ferrarista.

    A rendere nervosi quelli di Maranello c’è la consapevolezza che non possono farsi trovare minimamente impreparati dalla McLaren. L’occasione è ghiotta e va sfruttata, per cui: o vittoria o morte!

    Discorso diverso per Alonso. La sua dovrà essere una gara in difesa che, però, non potrà prescindere da una vera rimonta.

    Le insidie si chiamano avversari (tanti) e prima curva. Nell’imbottigliamento che si crea da sempre ad Hockenheim, infatti, potrebbe lasciarci le penne anche il campione del mondo…

    Se questo non accadesse, dando per scontato che le due Honda e Fisichella non siano avversari in grado di impensierirlo, per lui ci sarebbe comunque da sudare parecchio per riacciuffare Raikkonen e Massa.

    Quest’ultimo in particolare ha un’occasione d’oro per farsi perdonare dopo Magny Cours ed è atteso al varco da giornalisti, tifosi e – soprattutto – dalla dirigenza Ferrari.

    Insomma, per gustarsi una fantastica gara gli ingrediente ci sono tutti. E sono anche ben mescolati!