Honda: Pedrosa vuole una stagione perfetta

Dopo l'operazione alla mano, per Dani Pedrosa si sta aprendo un nuovo capitolo della sua carriera agonistica

da , il

    Il pilota del Team Honda Repsol MotoGP, Dani Pedrosa, dopo aver subito un’operazione alla mano spera di poter affrontare i test, che si svolgeranno a Sepang durante il mese di febbraio e soprattutto di presentarsi all’inizio del Motomondiale 2010 senza i problemi fisici che lo hanno tormentato negli ultimi due campionati. Il centauro spagnolo ha infatti iniziato le precedenti stagioni con il peso di dover recuperare da un infortunio e questo non gli ha permesso di sviluppare al meglio la propria moto e di conseguenza di poter lottare per il titolo iridato contro i vari Valentino Rossi, Casey Stoner e Jorge Lorenzo.

    Dopo l’operazione subita alla mano sinistra per rimuovere alcune viti applicate per velocizzare il recupero da una vecchia frattura, per Dani Pedrosa si sta aprendo un nuovo capitolo della sua carriera sportiva nelle due ruote della Top Class.

    Infatti, per la prossima MotoGP, il centauro spagnolo della Honda HRC si augura di non commettere errori ed avere una forma fisica decente per poter ambire a lottare con gl altri pretendenti del titolo iridato 2010.

    Dani vuol dimenticare in fretta gli incidenti subiti in passato e le tante difficoltà tecniche incontrate dalla sua Honda, che non è più lo squalo vincente di qualche anno fa e continua a subire i miglioramenti delle squadre rivali: “è andata piuttosto male negli anni precedenti. Abbiamo iniziato nel modo sbagliato, senza prove e senza possibilità di essere lì. Abbiamo dovuto rincorrere per cercare di essere competitivi. Siamo riusciti ad andar forte in alcune gare, ma ero troppo inconsistente e ho fatto due o tre errori. Ho migliorato alla fine della stagione, ma ero lontano dal vincere le gare e questo non va bene. L’obiettivo di questo inverno è quello di migliorare la nostra moto e non fare errori quando non è il caso. Ho bisogno di essere pronto per la prima gara come gli altri piloti che lottano per le prime posizioni”.