Il SOSPETTO di Alonso…

da , il

    Il SOSPETTO di Alonso…

    Campionato già deciso, ma non dalla FIA. Bensì dalla stessa Renault che non vuole “regalare” al musetto della McLaren il numero 1 nel 2007 perché le ha scippato il campione spagnolo!

    E’ questa la dichiarazione shock fatta da Fernando Alonso.

    Fantaformula1? Gli indizi che abbiamo danno ragione allo spagnolo. Ed a ben vedere, ci sarebbe anche di più…

    Partiamo da Alonso. Budapest e il bullone che gli impedisce di prendere una vittoria (quasi) sicura; Monza e il motore, fino a quel momento della stagione impeccabile, in fumo; Shangai ed un altro pasticcio ai box e l’incapacità di capire che le sue gomme erano ridotte ai minimi termini lo fanno raggiungere da Schumi in classifica. A fine gara, poi, grandi esultanze nel team per aver superato la Ferrari nella classifica costruttori, ma poca delusione per aver perso il primato in quella piloti.

    Secondo lo spagnolo questo vuol dire solo una cosa: la Renault punta al titolo costruttori e non ha interesse che lui vinca quello piloti. Il motivo? Semplice. Perché farlo andare via con il numero 1 e regalare questo “onore” al team rivale?

    Se poi guardiamo come si stanno mettendo le cose, sembra davvero che qualcosa di strano ci possa essere sotto.

    Sarà stato sicuramente un caso.

    Ma nel GP di Cina anche la Ferrari ha fatto una mossa molto insolita. Ha sostituito il motore di Massa ed ha perso l’occasione di restare prima tra i costruttori. Anche Massa ha sempre avuto un motore perfetto e questa decisione potrebbe far venire dei sospetti…

    Ci tengo a precisare che siamo nel campo della fantascienza, ma chissà mai che ci possa essere qualcosa di vero.

    La butto lì: accordo tra Ferrari e Renault: Schumi se ne va da campione come vogliono tutti a Maranello e la Renault si prende il titolo costruttori in cambio!

    In questo modo poi, prossimo anno, il numero 1 non se lo prende nessuno ed a Raikkonen gli daranno un bello “0″ come non si vedeva dal 1994 quando Prost si ritirò da campione del mondo con la Williams.