In ricordo di Clay…

da , il

    In ricordo di Clay…

    E’ scomparso in un incidente stradale sull’A1 all’altezza di Parma Gian-Claudio Giuseppe Regazzoni, conosciuto da tutti più semplicemente come Clay.

    Svizzero, nato il 5 settembre del 1939 Clay Regazzoni è stato pilota di F1 per 11 stagioni ed ha corso per Ferrari, BRM, Ensign, Shadow e Williams.

    Nel 1970 debutta proprio con la Scuderia Ferrari e vince dopo sole 4 gare il suo primo Gran Premio, quello d’Italia. Al termine della stagione sarà terzo assoluto. Nel 1973 passa alla BRM per tornare alla Ferrari in coppia con Niky Lauda nei tre anni successivi e nel 1974 perde il mondiale per soli tre punti.

    Nel 1977 corre per la Ensign, nel 1978 per la Shadow. Nel 1979 viene chiamato da Frank Williams e porta la scuderia inglese alla prima vittoria a Silversonte. Non viene, però, confermato per l’anno seguente e deve far ritorno alla Ensigne. Lì nel 1980 a Long Beach il drammatico incidente che gli farà perdere l’uso delle gambe e chiuderà la sua carriera in F1.

    Non nel mondo delle corse dove, invece, continuerà a partecipare ad alcune gare di durata, alle massacranti maratone africane ed a competizioni di auto storiche.

    Il suo impegno, inoltre, lo vede autore di due libri di discreto successo “E’ questione di cuore” (vincitore di Premio letterario del Coni e Premio Bancarella), e “E la corsa continua“.

    Secondo le ultime informazioni, pare che alla base dell’incidente possa esserci stato un malore che lo ha colto durante la guida.

    via | clayregazzoni.com | wikipedia.it | biografie.leonardo.it | grandprix.com