James Toseland in Superbike con Yamaha

Il Team Yamaha World Superbike ha annunciato ufficialmente i due piloti per la stagione 2010: si tratta degli inglesi Cal Crutchlow e James Toseland, che dunque torna in Superbike dopo due stagioni in MotoGP

da , il

    Il Team Yamaha World Superbike ha annunciato ufficialmente i due piloti per la stagione 2010: si tratta degli inglesi Cal Crutchlow e James Toseland, che dunque torna in Superbike dopo due stagioni in MotoGP.

    Funziona un po’ come i vasi comunicanti: con il passaggio da Superbike a MotoGp di Ben Spies (“Elbows” correrà in sella alla Yamaha M1 del Team Tech3), Toseland – già due volte campione del mondo Superbike – percorre lo stesso percorso in senso opposto, ritornando a correre nel mondiale delle derivate.

    James Toseland, 28 anni, è considerato il miglior pilota inglese ma in MotoGP ha deluso le aspettative, correndo due mondiali decisamente sotto tono e attirandosi addosso numerose polemiche. La sua avventura nel Team Tech3 era giunta ormai alla conclusione e per il 2010 gli si prospettava la scelta tra il lottare per un posto in MotoGP (probabilmente nel team Pramac con la Ducati Desmosedici) o passare in Superbike restando in Yamaha.

    Alla fine ha deciso di correre con la Yamaha R1 Superbike e di cercare di ripetere i suoi successi passati: 
”Sono entusiasta di questo mio ritorno nel Mondiale Superbike,” ha dichiarato Toseland, “Ho voglia di dimostrare che sono ancora un pilota in grado di vincere titoli mondiali. Ovviamente sono dispiaciuto di aver perso la mia opportunità di Motogp. (…) Nel Mondiale Superbike avevo un altro paio di opzioni valide, ma il modo in cui Yamaha si è approcciata a me fin dai primi contatti con l’azienda e’ stato eccezionale. Mi hanno dato una grande opportunità in MotoGP ma ora faccio i miei migliori auguri a Ben nella sua nuova avventura e il mio scopo è di continuare la scia dei successi Yamaha nel Mondiale Superbike.

    Lo affiancherà nel Team Yamaha World Superbike un altro inglese, Cal Crutchlow, 24 anni, che quest’anno ha dominato il Mondiale Supersport.