Jenson Button campione in Giappone?

Jenson Button comincia a fare i conti per diventare campione del mondo di Formula 1 2009 e scopre che facendo 5 punti in più di Barrichello nel Gran Premio del Giappone, potrebbe esserlo già con due gare d'anticipo

da , il

    Jenson Button ha un amico commercialista che ha fatto due conti e gli ha detto:“Se prendi 5 punti in più di Barrichello, sei campione del mondo in Giappone, con due gare d’anticipo”. Il pilota Brawn GP ha ringraziato per l’interessamento ma ha proseguito col toccare i suoi tanti amuleti.

    JENSON BUTTON. Scherzi a parte:“E’ solo un’altra corsa. Voglio vincere il Mondiale e non prenderò rischi inutili. Guiderò come sempre, sperando che basti”. E’ questo il pensiero di Jenson Button alla vigilia del GP del Giappone. Pensiero che non stupisce nessuno dato che il pilota Brawn GP in versione calcolator-man lo stiamo ammirando, con scarse fortune, da metà in stagione in qua. “E’ un’annata anomala, con tante monoposto competitive in base alle condizioni di gara - ha aggiunto l’inglese – Diversi team possono essere veloci, non è facile definire le strategie. Ecco perché ogni tanto siamo davanti a lottare per la vittoria e, in altre occasioni, non ci siamo. La cosa fondamentale è ricavare il massimo nei momenti positivi e anche in quelli negativi. Quando emergono le difficoltà, bisogna avere la capacità di conquistare punti: è quello che ho sempre cercato di fare” ha concluso Button denotando grandissima concentrazione ed una determinazione che va ben al di là di qualche prova opaca inanellata recentemente.

    RUBENS BARRICHELLO. Fare 5 punti in più di Barrichello è possibile. Soprattutto se a Suzuka dovesse piovere e la gara diventasse una lotteria alla “si salvi chi può”. Certo è che, quando il gioco si fa duro, per non dire disperato, chi non ha nulla da perdere è colui il quale fa vedere le cose migliori e magari butta dentro quell’impresa che vale stagione. E carriera. E che giustifica la vittoria di un titolo mondiale che passerà alla storia come tra i più discussi e discutibili di sempre causa diverse interpretazioni regolamentari ad inizio stagione più che per demeriti dei protagonisti. Argomento quest’ultimo, sul quale potremmo sbizzarrirci il prossimo inverno.