Jorge Lorenzo:”offerte da tutti i team”

I tanti dubbi del pilota spagnolo della Yamaha, Jorge Lorenzo, sulle voci di un suo possibile passaggio alla Honda

da , il

    Siamo ancora a metà della stagione Motogp 2009 ma il mercato piloti è già pronto a decollare e le voci più interessanti parlano di un probabile passaggio dello spagnolo Jorge Lorenzo, dalla Yamaha alla Honda.

    La splendida stagione dello spagnolo ha spinto le sue quotazioni sul mercato piloti e tutto sembra ruotare intorno alla sempre più probabile cessione del fuoriclasse alla Honda. Anche se il pilota iberico della M1, non ha ancora chiarito la propria posizione a riguardo, in settimana, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:”Voglio restare alla Yamaha, ma non so se ha il potenziale per offrire le stesse cose a me e a Rossi”.

    In queste affermazioni, risulta essere chiaro il dubbio del pilota maiorchino, diviso tra la voglia di restare alla Yamaha, praticamente la moto da battere e il desiderio di vincere il mondiale con un’altra moto e indisturbato dall’ingombrante ombra di Valentino Rossi.

    Sono ormai quasi due settimane che si vocifera e discute sull’incerto futuro del centauro maiorchino, anche perchè la Yamaha ha fatto intendere che non farà follie, economiche e tecniche, per trattenere il talentino iberico:”Io credo che la Yamaha voglia che io rimanga, ma non so quanto lo vuole veramente. Quando fai risultati e lotti al vertice tutti ti vogliono, in particolar modo quando il tuo contratto è in scadenza. Ho ricevuto offerte da tutti i team. Non posso dire per quale motivo non ho raggiunto l’accordo con la Yamaha, ma per me continua a essere la prima opzione. Il nostro è un grande team, ma è una situazione complicata.”

    Nonostante il suo opprimente desiderio di ricevere attenzioni da prima star, Jorge Lorenzo è pienamente consapevole del potenziale tecnico della sua M1 e da pilota in gamba, come tutti crediamo, ci penserà almeno quattro volte prima di lasciare la moto più competitiva della classe regina.

    Com’egli stesso conferma, attraverso le sue parole, la decisione che lo attende è una di quelle che possono cambiare la vita e la storia agonistica di un pilota che vanta un talento come il suo:”Voglio restare per ragioni che vanno al di là del rispetto, si tratta di essere voluti. La Yamaha ha due piloti di grande talento, ma forse non ha il potenziale per offrire a tutti e due lo stesso. Ci vorrà tempo, non bastano una o due settimane”.

    Inoltre fra qualche giorno, si correrà il Gran Premio sul circuito di Donington e con molta probabilità, la situazione contrattuale del campione spagnolo non sarà chiarita nei prossimi giorni.