Jorge Lorenzo oggi c’è, anche senza la pole position

Jorge Lorenzo, nonostante la caduta rimediata ieri e la rottura del malleolo, ha oggi preso parte alla sessione di qualifiche ottenendo un ottimo terzo posto che lo colloca alle spalle dei grandi e in ottima posizione per la gara

da , il

    Jorge Lorenzo oggi c’è, anche senza la pole position

    In Yamaha devono aver brindato quando hanno assaggiato di che pasta era fatto Jorge Lorenzo.

    La tempra del giovanotto sembra essere quella di un super-eroe dei cartoni animati, spuntato da non si sa dove e determinato a vincere peggio di un incrocio tra un Cavaliere dello Zodiaco e Goldrake.

    Ad ogni modo, l’incidente di ieri non ha avuto quasi alcun peso sulle prestazioni di oggi del giovane pilota spagnolo che ha subito dimostrato come ci fosse poco da gioire per coloro che ieri pensavano già di vederlo fuori gioco.

    E invece Lorenzo c’è, e anche vivo, vegeto e a un soffio dal podio!

    Gli esami clinici hanno dato il loro verdetto: frattura al malleolo mediale della caviglia sinistra; nonostante questo, Jorge è tornato in sella continuando le prove, anche se costretto a rimanere sulla moto durante le soste a causa della l’impossibilità di avere un solido appoggio a terra con entrambi i piedi.

    La caduta è stata allo stesso tempo spettacolare e spaventosa, come del resto ha commentato lo stesso Lorenzo.

    Il ragazzo ha la stoffa del campione, perché nonostante le precarie condizioni fisiche, è riuscito a spuntare un ottimo quarto posto, merito anche delle coperture Michelin, come lo stesso ha avuto occasione di dichiarare: ”Con le gomme da gara non abbiamo il ritmo dei piloti davanti visto che abbiamo perso praticamente due prove libere su tre, ma con le gomme da qualifica siamo stati capaci di agguantare il 4º tempo; la prima fila sarebbe stata fenomenale, ma va bene così

    E anche questa volta, oltre alla gara piloti, si disputerà quella delle coperture: un duello sempre accesso e destinato a far parlare e discutere e gioire o piangere ancora per tanto tempo.

    Domani il meteo prevede pioggia, e lo spagnolo appare preoccupato per le condizioni della pista, temendo una ulteriore caduta: “La gara sarà dura, e se piove lo sarà di più. Speriamo che non piova perchè ci sarebbe più rischio di cadere e l’unica cosa che non possiamo permetterci è proprio questa; spero solo di terminare la gara“.