Kubica si confessa: “Mi interessa solo tornare in Formula 1″

Kubica si racconta: il polacco ammette che, dopo l'incidente, ha un solo obiettivo, tornare in Formula 1

da , il

    Kubica si confessa: “Mi interessa solo tornare in Formula 1″

    Dopo tanti silenzi, Robert Kubica ha preso a parlare. Lo fa con sempre maggiore frequenza e, soprattutto, chiarezza in merito alle proprie condizioni fisiche e ambizioni. Intervistato in esclusiva da Autosport, il polacco ha spiegato che, sebbene avesse ricevuto un’offerta per correre nel DTM, ha preferito dedicarsi ai Rally non perché amasse tanto di più la disciplina ma, semplicemente, perché la riteneva più adatta alla sua riabilitazione. Il vero e unico obiettivo di Kubica, infatti , è quello di tornare in Formula 1:“Per me la priorità al momento è di rimettermi più in forma che posso – ha dichiarato – ma ad oggi non sono ancora in grado di tornare dentro ad un abitacolo”.

    Robert Kubica ha provato il simulatore della Mercedes di F1 nei giorni scorsi. Non sappiamo con quali risultati. Sicuramente non esaltanti vista l’ammissione dello stesso pilota sulla sua incapacità, al momento, di poter guidare una monoposto di Formula 1. Grazie ai buoni rapporti con la casa della stella a 3 punte, ha comunque ottenuto un’offerta per correre nel DTM. Offerta cortesemente rifiutata, con queste motivazioni:“In questo non mi vedo a correre su dei circuito con macchine derivate da quelle di serie. Il DTM – ha precisato – è uno dei campionati di più alto livello al mondo con almeno 10 piloti capaci di giocarsi la vittoria ad ogni evento. Non sto sottovalutando quelle macchine così come non faccio con le GT o qualunque altra categoria. Semplicemente ho qualcosa in mente e sto provando di tutto per raggiungere il mio obiettivo. La strada che ho preso è, a mio parere, la migliore”. Ricordiamo che quest’anno Kubica corre nel Campionato Europeo Rally ma non si farà mancare altre apparizioni più occasionali in altri contesti. “Forse in futuro gareggerò nel DTM, nel GT o altrove, vorrà dire che sentirò che è la cosa giusta. Sono ancora giovane e penso di poter ancora fare molto nel motorsport. Cercherò di fare del mio meglio”, ha aggiunto.

    “Non ci sono garanzie, non ci sono percentuali per sapere se tornerò o meno in Formula 1. Al tempo stesso, però, non c’è la certezza al 100% che non potrò farcela – ha proseguito l’ex pilota Renault – Sono passato attraverso un periodo più difficile rispetto all’attuale nonostante questo non sia il massimo visto che io vorrei essere un pilota di Formula 1 in forma al 100%. La realtà è diversa. Adesso ho bisogno di un po’ di tutto: un po’ di fortuna e un po’ di motivazione per continuare a lavorare per tornare come ero prima dell’incidente”.

    Buone notizie per il pilota di Cracovia arrivano sempre da casa Mercedes. Come detto, dopo avergli offerto un posto nel DTM, gli uomini di Stoccarda gli hanno permesso di provare il loro simulatore di Formula 1. C’è dell’altro, però. Grazie al rapporto di lunga data con Toto Wolff, Robert Kubica ha ricevuto l’offerta di un vero test in pista. “Saremo lieti di poterlo mettere in una vettura di Formula 1 se ci sarà la possibilità – ha detto Wolff alla BBC – conosco Robert da 10 anni ma sta a lui decidere cosa vuol fare”.