Le Pagelle della MotoGP: Donington 2007

Le Pagelle della MotoGP: Donington 2007

da , il

    Le Pagelle della MotoGP: Donington 2007

    Casey STONER: 10 e lode

    Perfetto. Ormai il giudizio sta diventando sempre lo stesso. Che barba, che noia, che noia che barba!. Scherzi a parte, complimenti vivissimi a Borgo Panigale e a Curri Curri

    Colin EDWARDS: 8,5

    SI. Se la scorsa volta è stato un no secco, questa volta il giudizio è completamente ribaltatato. Quando gli capita di correrre su piste che gli piacciono, è incontenibile! Riusciremo a vederelo di nuovo così avanti? Lo speriamo vivamente!

    Chris VERMEULEN: 8

    Ok, ci siamo. La Suzuki va e i suoi piloti la seguono. O viceversa. Com’è, come non è, quest’anno Chris sta facendo vedere che tutto lo splendore di quando correva in SBK non è poi perso definitivamente. Forza e Coraggio! E un “Bravo!” per queta volta.

    Valentino ROSSI: 6/7

    NI. La stagione 2006 e in particolare l’ultima gara dovrebbero essere state delle ottime maestre per Valentino: la lezione è stata che, cadendo, non si vince.

    Ma il pilota di Tavullia, domenica scorsa, è arrivato in pista “impreparato” e si è beccato un “Insufficiente” subito alle prime curve. Recuperato ampiamente poi, ma ormai la frittata era fatta (soprattutto sul circuito di Donington, su cui ci si aspettava ben altro…). Forza Vale, forza.

    John HOPKINS: 7+

    Ci siamo. Stesso discorso che per Vermeulen, anche se di norma Hopkins ha dimostrato di più quest’anno. Peccato per questa gara, il pilota statunitense comunque c’è. Anche se stavolta le prende da Vermeulen, suo team-mate. Ritenta (ad Assen), sarai più fortunato!

    Randy DE PUNIET: 7

    Determinato. Soffre l’infortunio, ma stoicamente va avanti. E conquista un sesto posto che vale oro. Al limite dell’eroico!

    Alex BARROS: 7 – -

    Imperituro. Ogni tanto si sveglia dal letargo che costringe spesso gli over30 al riposo per varie gare di seguito, ma quando si sveglia l’orso-Barros c’è da temere per tutti. Ci vorrebbe un pò di concime per sempreverdi…

    Daniel PEDROSA: 5/6

    Volenteroso. Anche questa volta. Ma poi si perde. Colpa della moto, certo. Ma questa Honda, dov’è??? Dispersi, moto e pilota.

    Alex HOFMANN: 6,5

    Ok. Ogni tanto risale la china e si fa vedere, e non fa male. Lo facesse (molto) più spesso, farebbe ancora meglio. A quando un’altra gara così? Folgorato sulla via di Donington.

    Marco MELANDRI: 5/6

    Sofferenza. Sofferenza estrema per lui e per i suoi tifosi, che vedono un talento così sprecato che fa rabbia! Eppure, con tutte le scusanti del caso, questa volta Marco non haproprio brillato. Non ci siamo.

    Anthony WEST: 6 +

    Debuttante. Buono, se consideriamo il “timore” del debutto. Pilota-Diesel, carbura meglio nel finale. Bene comunque, porta a casa i suoi primi punticini.

    Tony ELIAS: 6 – - – - –

    Sprecone. Si può dare di più.

    Kurtis ROBERTS: 6 + + + + + +

    Compensatore. Ma anche maestro (fratellino, guarda e impara), l’americano se la gioca con i grandi, anche se poi la moto lo lascia. Lo spirito è comunque quello giusto. Avanti così!

    Shinja NAKANO, : 5 + + + + + + +

    Non ci siamo. Shinjia, ribellati con il team! Eh!!!

    Nicky HAYDEN, Carlos CHECA: 4

    Spreconi #2. Nicky, se ci sei batti un colpo. Carlos, anche tu.

    Makoto TAMADA, Sylvain GUINTOLI: sv

    Come aiutarli?

    DUCATI: 10 e lode

    Ridondante. Che noia scrivere sempre 10!

    YAMAHA: 7/8

    Quite good. Le due moto ufficiali non andavano male, solo che la prima non è riuscito ad agganciare Stoner, e la seconda è caduta ingenuamente. Una domanda: le Michelin dove sono finite?

    HONDA: 5

    Insufficiente. Non occorre aggiungere altro.

    SUZUKI: 8,5

    Avanti tutta così!

    KAWASAKI: 7,5

    Questa volta ci siamo!

    TEAM ROBERTS: 6

    Se trovassero delle buone gomme, forse forse…

    ILMOR, TECH 3: sv

    NO.