Lewis Hamilton torna sulla terra?

Lewis Hamilton è in calo oppure i suoi peggiori risultati dipendono solo dagli episodi?

da , il

    Lewis Hamilton torna sulla terra?

    Uno degli interrogativi più interessanti ai quali avremo risposta nei prossimi Gran Premi di Formula 1 è: Lewis Hamilton è tornato sulla terra o il suo lieve calo è solo la conseguenza di alcune particolari circostanze?

    Da qualche settimana Fernando Alonso è diventato spavaldo e lo tratta come un ragazzino. Da qualche settimana pare che il debuttante debba studiarseli da soli assetti e telemetrie. Da qualche settimana i risultati dicono che Hamilton è sì arrivato sempre a podio, ma nel gradino più basso.

    E per uno che aveva abituato ad arrivare sempre primo o secondo, è normale che qualche voce sul suo stato di forma cominci a serpeggiare.

    La pressione. Sarà che a stare troppo in alto comincia a girare la testa? Sarà che siamo stati tutti dei cecchini appostati, pronti a trovare nel ragazzo inglese un accenno di distrazione, per sparargli addosso?

    Può darsi. Fatto sta che Lewis Hamilton, anche a causa della rinascita Ferrari, ha perso quella lucentezza assoluta che aveva contraddistinto la sua magica ascesa.

    Secondo alcuni potrebbe essere arrivato per il 22enne il momento di tornare nel pianeta degli umani. Secondo altri il pilota della McLaren sta semplicemente (e giustamente) calmando il suo impeto perché già “ragiona” e fa calcoli da campione del mondo.

    La verità nota al momento è solo che le doti di Hamilton non si discutono. Che abbia avuto un po’ di fortuna e che tutto gli sia girato per il verso giusto è fuori discussione. Ma che lui sia stato perfetto nel rendere alla sorte le cose maledettamente facili è altrettanto vero.

    Ora c’è da sciogliere solo un dilemma. L’Hamilton 2007 è un alieno o “solo” un gran pilota?

    Parliamo ovviamente solo del 2007, perché dal prossimo anno il destino del personaggio pare già ampiamente scritto.

    I prossimi Gran Premi ci diranno quale versione di Hamilton è regola e quale eccezione. Nel momento più caldo, in tutti i sensi, nessuno vorrà lasciare più neanche una briciola all’avversario. E di lupi affamati ce ne sono molti. A 22 anni, se ne esce vivi solo se si è alieni. Essere campioni, potrebbe non bastare. Almeno per quest’anno…