Luca Badoer: dal sogno all’incubo

Luca Badoer si rende protagonista di un Gran Premio d'Europa decisamente negativo

da , il

    Il debutto di Luca Badoer è stato un vero calvario. Ultimissimo in qualifica. Praticamente ultimo in gara e protagonista di un paio di testacoda nonché di una penalità per drive through, beccata mentre tentava in tutti i modi di fare il turista. Altro che sogno, questo è un incubo!

    LUCA BADOER. Malgrado il quadretto sia piuttosto irriverente, crediamo che Luca Badoer non abbia colpa alcuna. Casomai il problema sta nella gestione sportiva Ferrari che non ha, in tempi non sospetti, stilato un “piano B” per sostituire un eventuale pilota infortunato. Di questo, però, parlerò successivamente. Adesso mi voglio soffermare sulla gara di Luca Badoer per dire che gli è dovuto il massimo rispetto e la massima comprensione. Nessuno al suo posto, nelle sue condizioni, avrebbe fatto di meglio. “A Spa sara’ tutta un’altra storia – dichiara sereno il ferrarista a fine gara – Intanto oggi ho raggiunto il mio obiettivo: fare tutti i 57 giri e arrivare in fondo”. Il trevigiano si promuove, soprattutto dal punto di vista della tenuta atletica alla distanza:“Pensavo peggio, non e’ stato faticoso come mi aspettavo. Sono stato anche un po’ sfortunato perche’ dopo il via ero 14/o, poi qualcuno mi ha tamponato mandandomi in testacoda. Comunque spero di aver superato il primo esame” ha concluso prima di scappare nel retrobox, ansioso di confrontarsi con i propri tecnici.

    COMMENTI DEI RIVALI. La mia opinione è confermata dai rivali di Badoer. Gli altri piloti del Circus lo scagionano da ogni accusa, E c’è da crederci. “Credo che abbia fatto un buon lavoro in una situazione impossibile - ha dichiarato Hamilton - non si è schiantato contro il muro, è sempre rimasto in pista. E’ un salto incredibile ritrovarsi al posto di Felipe Massa per uno che non ha corso da 10 anni”. Dello stesso avviso Heiklki Kovalainen:“Non so cos’altro ci si potesse aspettare da lui. Le gomme si comportano in modo molto più complesso rispetto a qualche anno fa e senza conoscerle bene non riesci ad avere il giusto grip ed a spingere a fondo”. Alla lista degli amici di “Luca Badoer” si aggiunge anche il connazionale Jarno Trulli:“La gente dall’esterno si aspettava di più ma era onestamente impossibile. Io credo che abbia fatto il possibile perché miracoli non se ne posson fare e, casomai, conviene tenerseli per cose più importanti”, ha concluso l’italiano riferendosi allo scampato pericolo di Felipe Massa.

    INDISCREZIONI FERRARI. Stando alle dichiarazioni ufficiali, Luca Badoer ha il posto assicurato fino al rientro di Felipe Massa. Qualora il brasiliano dovesse farcela per Monza è praticamente certo che a Spa ci sarà ancora il collaudatore trevigiano. Diversamente, in molti sostengono che la Ferrari deciderà di chiamare qualcun altro. Qualcuno tra i piloti attualmente in attività che potrebbe liberarsi dalla propria scuderia per passare a quella del Cavallino. In tal senso i nomi più gettonati sono quelli di Giancarlo Fisichella e Robert Kubica. A scanso di equivoci, lo ripetiamo, quelle appena riportate sono solo indiscrezioni. Voci, fantasie, desideri. I fatti reali, invece, ci portano a constatare che la Ferrari ha fatto un errore strategico grave. A differenza di tutti gli altri team che hanno un terzo pilota pronto a saltare in corsa, il team italiano no. L’incidente di Massa, quindi, ha costretto la Ferrari a scegliere tra un ex campione quarantenne ed acciaccato ed un collaudatore 38enne che non corre da 10 anni. Ripeto: dieci anni.