McLaren: sì al ricorso, no al mondiale. E’ finita?

McLaren: sì al ricorso, no al mondiale

da , il

    McLaren: sì al ricorso, no al mondiale. E’ finita?

    Probabilmente c’hanno ripensato. Alla McLaren si sono resi conto che non avrebbero avuto nessuna possibilità di vincere il titolo mondiale a tavolino e, consci della figuraccia interplanetaria che hanno fatto nel momento ni cui hanno deciso di fare ricorso, hanno voluto cambiare mira.

    Guarda anche:

    L’appello ci sarà, come si legge nel comunicato ufficiale della Federazione, la richiesta è stata accolta:“La FIA e’ stata informata da parte del Segretario della Corte d’Appello Internazionale, che e’ stata ricevuta una Notifica d’Appello da parte della National Sporting Authority del Regno Unito (RAC MSA) per conto della Vodafone McLaren Mercedes. L’appello della Vodafone McLaren Mercedes e’ contro la decisione dei commissari del Gran Premio del Brasile – resa nota alle 21.35 del 21 ottobre ( documento numero 41 ) – secondo la quale era da considerarsi inappropriato imporre una penalita’ alle vetture numero 9,10,16 e 17″ Ma, come ha precisato Norbert Haug (che da un anno fa il pompiere), non per vincere a tavolino bensì per avere regole più chiare sulle penalità da applicare in caso di violazioni simili del regolamento:“Non chiederemo di valutare la possibilita’ di vincere il titolo, ma vogliamo avere chiarezza sulle regole e questo e’ nell’interesse di tutte le squadre”

    Anche Lewis Hamilton fa sapere ai microfoni delle Tv britanniche di non essere ormai più interessato alla vittoria:“Voglio vincere in pista e non per un regalo dei commissari o sfruttando le squalifiche altrui. Devo dire che Kimi ha meritato il mondiale. Io avrò tempo per rifarmi e poi - scherza l’anglocaraibico - togliergli il titolo adesso sarebbe troppo crudele!”

    La data fissata per l’Appello è il 10 novembre. Quel giorno sapremo se davvero la McLaren ha voluto mettere una pietra sopra alla vicenda e all’intera vergognosa stagione o se, invece, ha voluto diramare questi comunicati strategici solo per allentare la tensione, in vista di una tremenda vendetta.

    Una cosa è certa. Se volevano mandare di traverso lo champagne ai ferraristi, ci sono riusciti alla grande.