McLaren vicina al silenzio-stampa?

La Mclaren riduce le interviste di Alonso e Hamilton per evitare gaffes di Hamilton e per proteggerlo dalle distazioni

da , il

    McLaren vicina al silenzio-stampa?

    Secondo quanto riportato dalla stampa spagnola (quindi è da prendersi assolutamente con le molle). la McLaren avrebbe deciso di limitare ulteriormente le dichiarazioni dei propri piloti durante i weekend di gara, soprattutto quelle di Lewis Hamilton e, in particolare, dopo le polemiche di Monaco.

    Il team di Ron Dennis, infatti, è stato messo nell’occhio del ciclone dalla stampa inglese per i presunti ordini di scuderia impartiti ai suoi piloti. Per ritorsione, potremmo dire, la McLaren pare abbia deciso di limitare le dichiarazioni ai giornalisti ad una sola intervista al giorno il venerdì e il sabato e… basta!

    Per ritorsione, dicevamo, ma non solo. In questa manovra c’è anche una misura cautelativa che ha due facce ed entrambe fanno riferimento a Lewis Hamilton. In primo luogo, il rookie dell’anno ha commesso un errore di gioventù a Monaco esternando platealmente la propria delusione a caldo anziché ponderare bene le proprie parole. In secondo luogo, il team di Woking prosegue il filone iniziato già nei primi GP della stagione che vede Ron Dennis & soci molto protettivi nei confronti del loro pupillo.

    Questo modo di fare è stato soggetto a critiche già altre volte, ma evidentemente ha il suo perché. Senza distrazioni, infatti, Hamilton va sempre forte in pista e non sbaglia mai. Se a questo ci aggiungiamo che le uniche “sbandate” che al momento si registrano sono proprio legate a dichiarazioni fuori luogo che gli sono scappate, allora non si può non capire il perché delle scelte della squadra.