Melandri, il nuovo Re della Pioggia

da , il

    Melandri, il nuovo Re della Pioggia

    L’avevamo lasciato, alla fine della gara della scorsa settimana, a lamentarsi della Honda e di tutte le novità che, chissà perchè “alle squadre satelliti non arrivano“.

    Aveva il dente avvelenato, quindi, Marco Melandri, alla partenza di questa gara australiana sul tracciato bagnato di Philip Island.

    In un periodo poco brillante, pensare di essere stato quasi abbandonato dalla casa madre a quattro gare dalla fine del campionato , non aiuta il morale dei piloti. Quale miglior modo per dimostrare alla Honda il suo errore, se non vincendo?

    E’ quello che ha fatto Marco Melandri oggi, in una gara che ricorderà a lungo. Impeccabile, sicura, determinata a vincere.

    Questo è il Marco Melandri che il motociclismo vuole vedere. Un Melandri che oggi ha dettato legge e insegnato a molti come guidare in condizioni di bagnato.

    Gli altri, infatti, non hanno brillato. Escludendo Gibernau (sempre eccellente sul bagnato), Vermeulen (perchè non puntare di più su di lui?) e Rossi (che fa storia a sè), tutti gli altri piloti che in classifica si posizionavano sopra e sotto Melandri, hanno dimostrato i limiti propri e/o delle proprie moto. Pedrosa disastroso sotto la pioggia (ma questo lo si sapeva), Hayden (bravo ma non eccelso), Capirossi (bene, ma oggi diverso da domenica scorsa) e la lista potrebbe continuare a lungo.

    Melandrino, invece, come è stato prontamente ribattezzato da Meda, ha avuto costanza, tenacia, bravura e determinazione, quattro caratteristiche che gli hanno permesso di accorciare drasticamente il suo distacco dalla testa della classifica.

    A fine gara, Marco è raggiante di gioia: “E’ stata difficile, ma sono contento. Questa vittoria è importante per me perchè mi dà fiducia in un periodo in cui i risultati non erano quelli sperati. Ora sono veramente felice!

    25 punti importantissimi, quindi, che catapultano Melandri di nuovo in corsa per il mondiale, che a questo punto, a meno tre gare dalla fine raccoglie 4 piloti in un fazzoletto di punti.

    Chi la spunterà?