Mercato F1 2015: Alonso libero di andarsene? GP Ungheria: novità in Williams

Radio-mercato rilancia indiscrezioni sul futuro di Fernando Alonso e svela le condizioni alle quali potrebbe andar via già nel 2015

da , il

    Mercato F1 2015: Alonso libero di andarsene? GP Ungheria: novità in Williams

    Che Fernando Alonso ne abbia fin sopra i capelli di buttare alle ortiche intere stagioni, non è una novità. A impazzare, dopo il sorpasso subito nel mondiale Costruttori dalla Williams a Hockenheim, è l’indiscrezione rilanciata da Autosprint e confermata dal sempre ben informato Leo Turrini, di una clausola contrattuale secondo la quale Alonso si potrebbe liberare dal suo vincolo con la Ferrari se la scuderia non dovesse arrivare almeno terza tra i Costruttori.

    Inevitabile il rimbalzare di voci, contatti, ammiccamenti, tanto più quando il nome è quello di Fernando Alonso. Realisticamente, però, è del tutto fuori discussione pensare allo spagnolo che cambia casacca già il prossimo anno. Gli accostamenti più insistenti sono quelli con la Mercedes, accanto a Rosberg. Siamo certi che Hamilton sia a tal punto a disagio nel team tedesco da andarsene con ancora un anno di contratto? Magari in Ferrari? Nessuno sano di mente, oggi, farebbe questo cambio e Lewis vuole vincere, non certo perdere tempo. Per seguire il LIVE della gara dall’Ungheria, BASTA CLICCARE QUI!

    Guarda anche:

    La McLaren sposerà il progetto Honda nel 2015 e i presupposti non sembrano essere migliori di quelli attualmente in essere a Maranello, quindi anche per Alonso la finestra di alternative è quantomai ristretta. In Ferrari fino al termine dell’attuale accordo, poi si vedrà. Turrini rivela che ci sarebbe stata anche una proposta di rinnovo e prolungamento del contratto, alla quale il pilota di Oviedo, evidentemente alla ricerca di alternative vincenti per oltre il 2016, non avrebbe ancora risposto.

    Williams: siamo pronti per l’Ungheria

    Quanto potrà fare la brillante Williams vista finora su un circuito ostico come l’Hungaroring? La sensazione è che la FW35 possa soffrire sul lento tracciato ungherese, contraddistinto da richieste elevate di carico aerodinamico e senza settori sui quali far valere il gran motore Mercedes. Probabilmente verremo smentiti nelle nostre previsioni, perché è in arrivo un pacchetto di aggiornamenti mirati, per risolvere le criticità nelle aree più sollecitate dall’Hungaroring. A rivelarlo è Rob Smedley, che dice: «Abbiamo identificato il tipo di migliorie di cui abbiamo bisogno per continuare a essere competitivi a Budapest e al momento siamo stati in grado di centrare tutti gli obiettivi nel programma di sviluppo della monoposto. Sarà un pacchetto specifico per Budapest, credo che riusciremo a mantenere una buona velocità».

    [sondaggio id="447"]

    Budapest probabilmente sarà l’appuntamento tra i più difficili dell’anno per il team di sir Frank, poi Spa e Monza daranno l’occasione per brillare nuovamente su altissimi livelli. Certo che se passerà bene l’ostacolo magiaro, allora la rincorsa al secondo posto nel mondiale della Red Bull è tutt’altro che impossibile: «E’ questo il nostro obiettivo. Con entrambe le macchine – e considerando quanto siamo veloci al momento – visti i progressi che abbiamo fatto, non dobbiamo fermarci, quindi: perché no? L’ambizione è quella di vincere il mondiale e per farlo si devono battere Ferrari, Red Bull e Mercedes. Sono tutti degli obiettivi e li affronteremo tutti».

    Fabiano Polimeni