Mercato piloti F1 2014: Sergio Perez in Force India, è ufficiale [FOTO]

Concluso il mondiale 2013 è il mercato piloti a tenere banco: Sutil, Hulkenberg, Perez, Maldonado i piloti chiave

da , il

    Mercato piloti F1 2014: Sergio Perez in Force India, è ufficiale [FOTO]

    Il puzzle si sta componendo: Sergio Perez firma per la Force India per la stagione F1 2014. Anche qui niente di veramente nuovo, ne sconvolgente. Il pilota messicano rimane in Formula 1 con uno dei pochi posti buoni ancora a disposizione, e farà coppia con Nico Hulkenberg, per un team di giovani ribelli e vogliosi di un vero e proprio top team per il 2015. Sergio viene dalla non brillante stagione con la McLaren. La scuderia di Woking ha avuto la peggiore annata della sua storia, per cui Perez ha poche colpe delle sue scarse prestazioni. Però Whtimarsh e soci hanno scelto Magnussen al suo posto, per cui il messicano o sceglieva la Force India, o aveva poco altro a disposizione.

    Guarda anche:

    Sergio Perez: . “E ‘fantastico poter annunciare la mia nuova squadra: la Force India. Venire qui è sempre stata la mia prima scelta e sono davvero felice che tutto è stato confermato. Voglio ringraziare Vijay e tutta la squadra per avermi dato l’opportunità. Questa è una squadra giovane, con molta determinazione, e hanno prodotto vetture competitive negli ultimi anni. Tutto cambia per la prossima stagione con i nuovi regolamenti, ora il mio piano è ora a visitare la fabbrica e conoscere tutto il team”.

    Vijay Mallya: “Ha già parecchi podi nel suo palmeres, e il fatto di essere scelto dalla McLaren l’anno scorso era una chiara indicazione che si tratta di ottimo pilota per il futuro. Con la nuova coppia Sergio e Nico, avremo una line-up estremamente competitiva, che andrà ad aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi per la prossima stagione.”

    Nico Hulkenberg in Force India

    Vanno lentamente al proprio posto le tessere del mosaico per quel che riguarda il mercato piloti 2014. Definito il quadro dei top team, restano i sedili di seconda fascia da assegnare, per i quali chi porta più soldi ha la meglio. Negli ultimi giorni, quelli di avvicinamento al Gran Premio del Brasile 2013, si dava per fatto l’accordo tra Nico Hulkenberg e la Force India, adesso emergono anche i dettagli economici.

    Il tedesco, secondo quanto riporta l’autorevole Sport Bild, avrebbe esercitato un’opzione che scadeva entro la mezzanotte, accettando di tornare nella scuderia di Mallya dopo che la stessa ha garantito con un deposito bancario 1.9 milioni di euro quale saldo dell’ingaggio non pagato nel 2012, e alla base dell’addio di Hulkenberg.

    Ecco le solite dichiarazioni di rito del tedesco dopo l’annuncio ufficiale: “La squadra punta in alto per il prossimo anno e credo che l’esperienza che ho maturato nel corso degli anni ci consentirà di realizzare il raggiungimento di tali obiettivi. Io sinceramente credo che possiamo avere un pacchetto competitivo nel 2014. Ho sentito un sacco di cose positive sul motore Mercedes e, quindi penso che ci sia molto da essere entusiasti per il prossimo anno”.

    A fargli compagnia non sarà, però, Sutil, bensì Sergio Perez. Per il messicano parlano i soldi della Telmex, 15 milioni di dollari freschi per le casse della Force India, oltre alle dichiarazioni di Martin Whitmarsh al The Guardian, che ha di fatto confermato l’accordo. «Sono così contento di rivedere la sua faccia sorridente nel paddock… E’ un amico del team, ma adesso andrà lì fuori e proverà a batterci», ha commentato Whitmarsh, svelando anche il futuro di Di Resta. Quando gli hanno chiesto se fosse triste per la situazione dello scozzese, ha risposto: «Certo che lo sono. Sono momenti complessi quelli di questi giorni, ci sono piloti con minor talento di Paul che resteranno in griglia, sia subentrando che rimanendo ed è triste. Non è stato ancora annunciato, ma la sua partenza è quel che avverrà».

    Piuttosto demoralizzato anche il diretto interessato: «La gente dice che non è una questione di budget. Ci sono cose che, invece, lo sono. Affronterò l’inverno con la mia testa bella alta», il commento di Di Resta a BBC Radio Five.

    Resta da definire la situazione in Sauber, dove si accaserà Sutil, forte del supporto dello sponsor personale Medion. L’altro sedile è ancora tutto da giocarsi tra lo stesso Gutierrez, Sirotkin e la mina vagante Maldonado, comunque molto vicino alla Lotus.