Michael Schumacher ingaggiato dalla Honda?

Secondo un sito inglese, Michael Schumacher potrebbe essere ingaggiato dalla Honda

da , il

    A 40 anni appena compiuti e con già due stagioni alle spalle da pensionato, Michael Schumacher continua a fare notizia. Prima dichiara di aver avuto la tentazione di tornare in pista. Poi salta fuori Ross Brawn che lo chiama alla Honda. L’impressione, però, è che si tratti solo di una mossa disperata per fare un po’ di pubblicità alla squadra in vendita.

    RITORNO ALLE CORSE. Sia chiaro. Se Schumacher dovesse essere ingaggiato dal team che nascerà dalle ceneri della Honda, sarà solo per fare da spalla a Ross Brawn. Il tedesco, pur tentato più volte, ha ammesso di aver chiuso con le gare:“Ho avuto un paio di possibilita’ interessanti – ha rivelato alla Bild – ma comunque le ho lasciate cadere quasi subito”. Per lui, ormai, mettersi un casco in testa vuol dire soltanto correre nella Superbike tedesca.

    INGAGGIATO DALLA HONDA. Secondo Ross Brawn, Michael Schumacher sarebbe un eccellente consulente in grado di dare preziosi consigli e attirare importanti sponsor. Ecco spiegato l’interessamento del capo inglese all’ex collega che ama ancora bazzicare l’ambiente. C’è di più: a confermare le impressioni di Brawn c’hanno pensato alcune agenzie pubblicitarie che hanno indicato, a due anni dal ritiro, ancora Schumi come uno dei piloti più popolari ed in grado di avere un forte impatto nel mondo del commercio. Messa da parte l’idea di intervenire con un team di sua proprietà (in passato si era parlato di una cordata per rilevare la Toro Rosso che avrebbe visto il sette volte iridato a capo della gestione sportiva) ed accantonata l’ipotesi di fare il nuovo Todt alla Ferrari (troppe responsabilità), non è escluso che Schumacher trovi il suo ambiente ideale lavorando al fianco dell’amico Ross. Con gaudio magno di tutti: Monsignor Ecclestone in primis.

    Foto: google