Michael Schumacher: stipendio da 21 milioni

Lo stipendio di Michael Schumacher per la stagione 2010 di Formula 1 sarà di 21 milioni di Euro

da , il

    21 milioni di Euro. A tanto ammonta il “vero” stipendio di Michael Schumacher. A rivelarlo è il quotidiano svizzero Blick. A differenza di inglesi, italiani, spagnoli, tedeschi, pronti a ricamare con estrema facilità cifre a sette zeri, i giornali elvetici di solito fanno queste sparate solo se reali. Una somma del genere triplica quella comunicata in precedenza e fa intendere che, oltre alla voglia di tornare a correre, a convincere Schumacher, notoriamente molto attento alle proprie finanze, è stato anche il conto in banca. Il tutto, come ha ammesso lo stesso pilota, pur accettando che la Mercedes GP possa non vincere da subito.

    MERCEDES GP. Dicevamo che ingaggiare Michael Schumacher, ancor più per una squadra tutta tedesca, era un affarone. E’ notizia degli ultimi giorni che l’arrivo del sette volte iridato ha portato un altro grande sponsor dalle parti di Stoccarda. Dopo aver scippato la ricchissima società petrolifera malese Petronas ai rivali della BMW, la Mercedes pare abbia chiuso un accordo molto interessante con una multinazionale tedesca fino a ieri rimasta sempre fuori dal giro della Formula 1. Il tutto solo ed esclusivamente grazie alla presenza di un uomo immagine del calibro di Michael Schumacher. Insomma: 21 milioni quest’uomo li vale tutti. C’è poco da scandalizzarsi. Che l’ex-ferrarista sia una macchina da soldi lo dimostra anche il fatto che ha già girato in meno di tre mesi ben due spot pubblicitari ed ha portato la Mercedes a organizzare verso fine Gennaio una presentazione in pompa magna della nuova vettura nonostante la nuova vettura neanche fosse pronta. Certo, l’idea che il Kaiser sia tornato anche per soldi e non per il solo fuoco sacro per le corse potrà far storcere il naso a qualcuno, ma questa è la portata del fenomeno. Punto e basta.

    MICHAEL SCHUMACHER. La Mercedes si affida alle sapienti mani di Michael Schumacher per arrivare all’inizio della stagione in grande spolvero. Stando ai commenti del tedesco, però, sembra che difficilmente lo vedremo primeggiare da subito. Analogamente a quanto detto in occasione del primo test di Valencia, dopo 4 settimane il pilota di Kerpen conferma le sue impressioni:“Al momento non siamo dove vorremmo essere. Non siamo abbastanza competitivi per vincere le prime gare”, ha dichiarato ai giornalisti presenti a Barcellona per l’ultima settimana di test invernali della stagione 2010 di Formula 1. “Stiamo lavorando duramente e la stagione è lunga. L’importante è non trovarsi tagliati fuori troppo presto – ha aggiunto Schumacher - stiamo lavorando bene insieme ricordandoci che provare è una cosa. Gareggiare un’altra”. I rivali restino in campana.