Michael Schumacher: test con la Ferrari F60 vietato

Michael Schumacher non potrà effettuare dei test con la Ferrari F60 di Formula 1

da , il

    Michael Schumacher non guiderà una Ferrari F60 di Formula 1 fino al GP di Valencia. Le speranze del Cavallino di mettere il tedesco nelle condizioni di imparare a guidare il mezzo con qualche settimana di anticipo si infrangono contro Frank Williams. Serviva l’unanimità dei team e lui ha detto no.

    TEST SCHUMACHER. Probabilmente rivedremo Michael Schumacher in pista prima del GP d’Europa. Ma sarà ancora dentro ad una F2007 equipaggiata con pneumatici slick della GP2 Series. Nonostante il parere favorevole della maggioranza dei team rivali, infatti, l’opposizione di Frank Williams e di Dietrich Mateschitz ha fatto saltare l’unanimità che in questi casi è l’unico giudizio che conta. “Siamo felici per il ritorno di Michael Schumacher, ma durante la stagione è proibita ogni forma di test – ha dichiarato la Williams all’agenzia DPA – Per chiarezza e correttezza, respingiamo la richiesta della Ferrari relativa a un test prima del Gp di Valencia”. Stessa opinione da parte della Red Bull che per bocca del patron austriaco fa sapere:“Avevamo chiesto la stessa cosa per Alguersuari e non l’abbiamo ottenuta. Perché fare un’eccezione per lui?”

    MONTEZEMOLO. Il Presidente della Ferrari non ha voluto per il momento commentare la notizia. La grande stima che ha per il tedesco, sicuramente non farà vacillare la speranza che a Valencia sia comunque protagonista. Difficile, però, fare l’equazione “se ce l’ha fatta Alguersuari, ce la farà anche Schumacher”. Innanzitutto perché il giovane spagnolo aveva una vettura da ultima fila e non una da prime posizioni. In secondo luogo perché la Toro Rosso senza Kers era sicuramente più semplice da imparare. “Io personalmente ero un po’ scettico che ci riuscisse di convincerlo. Prima, tutte le volte che avevo parlato con lui mi aveva sempre assicurato che era felice con quello che aveva finalmente: tempo per la sua famiglia. Non mi ha mai dato l’impressione che si annoiasse o che cercasse come un assatanato una nuova sfida - ha spiegato Montezemolo svelando quello che tutti sospettavano, vale a dire che è stato lui il primo a fare pressione sul tedesco affinché si buttasse in questa nuova avventura – Tutti alla Ferrari lo volevamo assolutamente di nuovo vedere in macchina in una gara di F1″. Il numero 1 del Cavallino ha però precisato che, a questo punto, nessuno in Ferrari si aspetta da Schumacher dei miracoli ma solo che faccia il suo lavoro al meglio. Il che rende il confine piuttosto labile.