Montezemolo: Schumy e il futuro

da , il

    Montezemolo: Schumy e il futuro

    Il presidente Luca Cordero di Montezemolo non si è risparmiato nel consueto incontro prenatalizio con i giornalisti. Nell’occasione ha parlato toccando tutti gli argomenti caldi del momento, senza ovviamente tralasciare il caso di Michael Schumacher e le ultime vicende della Ferrari.

    Sul tedesco è stato categorico. Lo ha definito ancora il migliore e lo ha indicato come presente e futuro della Rossa. Lo ha visto ancora molto motivato ed ha ribadito che potrà restare alla Ferrari fin quando vorrà. Poi elogi per tutti. Complimenti al “velocissimo” Badoer, al fantastico lavoro di Gené e un in bocca al lupo speciale per il giovane Massa.

    Ormai senza lo stupore di nessuno tra i piloti della Ferrari spunta anche il nome di Valentino Rossi. Il Presidente ha assicurato che, se verrà, non sarà lì per fare il comprimario e che quando avrà deciso potrà provare con continuità per conoscere i suoi veri limiti.

    Proseguendo, tra una battuta sul precoce annuncio di Ron Dennis e Alonso e sull’assenza nella trattativa di Briatore, Montezemolo ha lanciato qualche frecciata anche alla stampa sempre pronta ad attaccare chiunque, Ferrari soprattutto.

    Sui nuovi regolamenti il parere espresso è molto positivo:«Quest’anno le qualifiche saranno interessanti, il pilota e il mezzo conteranno di piu’. Sui motori la sfida era tecnologica e quindi utile. Dal 2008 si cambia ancora, per ridurre i costi e avere piu’ sorpassi: giusto così, ma la ricerca e’ fondamentale. Tuttavia è importante aver abolito i materiali esotici, quelli da segreti militari che costano tantissimo e non sono applicabili alle vetture di serie. I V8? Siamo poco esperti, e’ dal 1964, quando Surtees vinse il mondiale, che non ne produciamo in F1. E’ una bella sfida, tenendo conto dei colossi che competeranno, Bmw, Toyota, Mercedes, Renault».

    Ultimo commento anche sulla recente vicenda del passaggio della Vodafone alla McLaren. Montezemolo ha ripetuto che alla base del mancato rinnovo vi è stata l’impossibilità della Ferrari di dare all’azienda il ruolo di sponsor primario a causa del precedente rinnovo con la Philip Morris. Ha poi rassicurato che vi è un anno di tempo per trovare nuovi sponsor e si tratterà solo di selezionare le migliori offerte tra le numerose pervenute.