Montoya contro Dennis:”Povero Alonso!”

secondo montoya , ron dennis non è capace di gestire piloti con personalità, e lewis hamilton è favorito

da , il

    Montoya contro Dennis:”Povero Alonso!”

    Non troppo tempo fa, Flavio Briatore sostenne che una delle cause del burrascoso matrimonio tra Fernando Alonso e la McLaren fosse nell’incapacità di Ron Dennis di compredere come rapportarsi ai piloti latini. Una conferma di questa ipotesi viene da un altro latino come Juan Pablo Montoya.

    Il colombiano aveva già esposto le sue idee nei confronti del trattamento di privilegio che Lewis Hamilton avrebbe ricevuto all’interno delle squadra e, ora che la polemica è esplosa in tutto il suo fragore già da alcuni mesi, ribadisce le sue convinzioni:“Hamilton è il pupillo di Dennis e lo segue da quando era un bambino. E’ normale, quindi, che tenda a privilegiarlo. Dennis segue la carriera di Hamilton e farà di tutto affinché sia la più vincente possibile”.

    “Fernando - prosegue Montoya – era abituato alla Renault dove era il leader indiscusso e tutto il lavoro era finalizzato alla sua vittoria. Lì ascoltavano i suoi problemi e cercavano di risolvere ogni cosa in funzione delle sue esigenze. Alla McLaren non è così”.

    “Ron Dennis - ha concluso il pilota colombiano - vuole controllare tutto e tutti e credo che questo dia fastidio ad Alonso perché vuole sentirsi un po’ più libero di fare le sue scelte. Anche io ho provato ad impormi ma mi sono accorto che non c’era alcuna possibilità. Ron Dennis vuole che i piloti facciano solo ciò che lui dice e se qualcuno ha una maggiore personalità. allora c’è subito un conflitto. Alonso voleva essere il numero 1 ma ha trovato non solo lo stesso trattamento di Hamilton, ma si è persino sentito messo in secondo piano… Io e mia moglie, non appena abbiamo saputo che sarebbe stato Hamilton il compagno di squadra di Fernando, abbiamo esclamato ‘Oh mio Dio…’. E i fatti ci hanno dato ragione!”

    Nelle parole di Montoya, dente avvelenato a parte, si intravede più di una verità. Non ci voleva la sua esperienza dentro alla McLaren né tantomeno la sfera di cristallo, infatti, per vedere in Alonso+Hamilton+Dennis una miscela esplosiva. Le stesse scene si sono viste anche in passato quando altri personaggi di calibro assoluto hanno convissuto alla corte di Dennis. Ma se a lui piace così…