Monza: Alonso e Massa, due ZERI diversi

da , il

    Monza: Alonso e Massa, due ZERI diversi

    Zero punti per Massa. Il brasiliano conclude nono dopo la foratura e non riesce nel finale a superare Heidfeld. Ma nessuno ci fa caso.

    Va peggio ad Alonso. ZERO anche per lui. Ma di tutt’altra importanza. Lo spagnolo parla ancora con l’amaro in bocca e non dimentica la decisione di sabato dopo le qualifiche. Ora il campionato sembra in salita. Nonostante due punti di vantaggio.

    Fernando Alonso:”Non c’e’ molto da dire in una giornata come questa. Quando parti dalla decima posizione, bisogna spingere tutto al limite: te stesso, la vettura, gli pneumatici ed il motore. Oggi sarei potuto arrivare facilmente sul podio e abbiamo dimostrato che, senza la penalizzazione, la vettura aveva il ritmo per battersi per la vittoria. La Michelin ha risposto bene con le gomme per questa gara e non sono preoccupato per quanto riguarda il titolo. Ci saranno ancora tre gare e diventeremo sempre piu’ forti, grazie a nuovi sviluppi della macchina, degli pneumatici e del motore. Ma il verdetto su questo weekend e’ semplice: la gara e’ stata decisa fuori della pista sabato pomeriggio.”

    Felipe Massa: “Essere in testa al campionato Costruttori e’ una cosa fantastica. Sono molto felice per tutta la squadra e anche per Michael, che ha meritato questa vittoria: e’ bellissimo che abbia conquistato il successo in un giorno cosi’ speciale per lui. Michael e’ un ragazzo straordinario e sono onorato di poter avere la possibilita’ di correre accanto a lui, un esempio per tutti noi. Ora cerchiamo di conquistare quegli obiettivi che vogliamo con tanta determinazione. Che questo non fosse il mio weekend ideale lo si era gia’ visto ieri nelle qualifiche. Oggi sono sempre rimasto nel traffico, senza mai poter usare tutto il potenziale della vettura, su una pista che, seppur molto veloce, non facilita certo i sorpassi. Poi, quando comunque avrei potuto portare a casa un buon quarto posto, ho spiattellato la gomma anteriore destra quando ho dovuto frenare sull’olio perso dalla Renault di Alonso: non potevo continuare e sono quindi stato costretto a rientrare ai box per cambiare gli pneumatici, perdendo la possibilita’ di finire nei punti. Ora ci restano tre gare, in cui ci giocheremo tutto. Le affrontero’ con un’ulteriore motivazione, quella di aiutare Michael e la squadra a vincere i due campionati. Da parte mia, sono orgoglioso di poter avere l’opportunita’ di correre nei prossimi due anni con questa grande squadra.