Monza, libere 2: ancora Vettel, poi Ferrari

da , il

    Monza, libere 2: ancora Vettel, poi Ferrari

    Vola la BMW, stanno bene le Ferrari, si nascondono (come sempre) le Renault.

    E’ questo il responso del venerdì di Monza.

    Nella seconda ora un po’ tutti cominciano a scaldare i motori.

    Il migliore resta Vettel che conlcude il suo lavoro giornaliero imbattuto. Niente male per lui riuscire a tenersi dietro il suo idolo Michael Schumacher il quale, a sua volta, fa meglio se pur di pochi millesimi di Massa. Il brasiliano da un po’ di tempo a questa parte sembra averci preso gusto a fare DA ombra a Schumi. Sempre sperando, come avvenuto ad Istanbul, di metterlo addirittura IN ombra…

    Non male le McLaren e bene soprattutto De la Rosa che fa meglio persino di Raikkonen.

    Andando al capitolo Renault, la loro pretattica è ormai talmente spudorata che non fa neanche più notzia. Questo è il loro modo di lavorare ed evidentemente sa produrre eccellenti risultati. Alonso ha girato con l’ottavo tempo a 2 secondi da Vettel ed a quasi uno e mezzo dalle Ferrari. Ma non ha sfruttato il motore oltre i 18.000 giri. Elemento non da poco conto, soprattuto a Monza!

    Ancora cabaret per la Honda, invece. Davidson ha mandato in fumo il secondo motore consecutivo. Motore che aveva una nuova specifica e che era montato anche sulle macchine di Button e Barrichello. E’ stato perciò deciso di aspettare domani prima di scendere in pista e nel frattempo valutare se sia il caso di usare un motore “tradizionale” per non incorrere in penalità. I due piloti, così, non hanno potuto effettuare alcun giro neanche stavolta!

    Monza, venerdì. Libere 2

    1 – S. Vettel – BMW – 1:22.631 – 29 giri

    2 – M. Schumacher – Ferrari – 1:23.138 – 11

    3 – F. Massa – Ferrari – 1:23.182 – 12

    4 – A. Wurz – Williams – 1:23.414 – 26

    5 – P. de la Rosa – McLaren – 1:23.970 – 12

    6 – K. Räikkönen – McLaren – 1:24.034 – 11

    7 – N. Heidfeld – BMW – 1:24.330 – 9

    8 – F. Alonso – Renault – 1:24.577 – 15

    9 – R. Kubica – BMW – 1:24.813 – 5

    10 – F. Montagny – Super Aguri – 1:24.943 – 24

    11 – C. Albers – Midland F1 – 1:24.985 – 11

    12 – J. Trulli – Toyota – 1:25.027 – 12

    13 – N. Rosberg – Williams – 1:25.040 – 9

    14 – C. Klien – Red Bull – 1:25.108 – 11

    15 – G. Fisichella – Renault – 1:25.160 – 14

    16 – T. Monteiro – Midland F1 – 1:25.277 – 12

    17 – R. Schumacher – Toyota – 1:25.316 – 22

    18 – D. Coulthard – Red Bull – 1:25.318 – 11

    19 – A. Davidson – Honda – 1:25.356 – 8

    20 – M. Webber – Williams – 1:25.500 – 11

    21 – G. Mondini – Midland F1 – 1:25.586 – 29

    22 – V. Liuzzi – Scuderia Toro Rosso – 1:25.707 – 19

    23 – S. Speed – Scuderia Toro Rosso – 1:25.755 – 21

    24 – N. Jani – Scuderia Toro Rosso – 1:25.878 – 32

    25 – R. Doornbos – Red Bull – 1:26.058 – 31

    26 – T. Sato – Super Aguri – 1:26.118 – 21

    27 – S. Yamamoto – Super Aguri – 1:26.705 – 14

    28 – R. Barrichello – Honda – nessun tempo -

    29 – J. Button – Honda – nessun tempo -