Moto 400cc: le 5 migliori moto medie sul mercato

Le moto 400cc sono una sorta di ibrido. Non troppo potenti ma di certo non mancano di brio, vediamo le migliori 5 sul mercato

da , il

    Moto 400cc: le 5 migliori moto medie sul mercato

    La categoria delle moto 400cc è un po’ strana in Italia, dove fino a qualche anno fa si era abituati ad un salto netto dalle 125 alle 600, a patto di non voler “ripiegare” su qualche scooter. Oggi invece l’offerta è nettamente aumentata e migliorata, con standard qualitativi alti e divertimento ugualmente assicurato, ma con costi di gestione e manutenzione sicuramente più bassi rispetto alle cilindrate più alte. Moto più economiche di quelle di cilindrata superiore quindi, vediamo le migliori moto 400cc in vendita in Italia.

    Guarda anche:

    Kawasaki Ninja 400

    Kawasaki Ninja 400 2018
    Kawasaki Ninja 400

    Per chi fa delle sportive il proprio stile di vita la Kawasaki ha immaginato una sportiva pepata ma non troppo, che possa essere gestita facilmente ma non pecchi quando si cerca di spingere di più. La Kawasaki Ninja 400 cerca di essere proprio quell’anello di congiunzione tra il mondo dei neopatentati e quelli dei più smaliziati, con il motore bicilindrico in linea da 45 cavalli e 38 Nm di coppia massima. Già si comincia a vedere, ad esempio, il doppio freno a disco all’anteriore, segno che il brand non ha voluto affatto tralasciare la prestazioni pure, al quale poi si aggiunge il sistema ABS ormai diventato consuetudine anche sul mondo delle due ruote.

    KTM Duke 390

    KTM Duke 390 2018
    KTM Duke 390

    Per chi ama il mondo delle naked e l’estro particolare che solo un brand come KTM possa regalare c’è la KTM Duke 390. Non arriviamo a quota 400cc ma ci siamo molto vicini: il bel monocilindrico austriaco eroga 44 cavalli di potenza massima e 35 Nm di coppia, controllato poi dall’acceleratore elettronico ride by wire. Si tratta di una moto tuttofare che regala non solo emozioni ma anche un’estetica appuntita e particolare, così come da sempre abbiamo avuto modo di apprezzare sui modelli di questo brand.

    Mash Scrambler 400

    Mash Scrambler 400 cc
    Mash Italia Scrambler 400cc

    Per chi vuole affacciarsi ad un mondo completamente diverso da quello delle naked o delle sportive, la Mash Scrambler 400 potrebbe essere una validissima alternativa. Così come la KTM anche questa Mash è spinta da un motore monicilindrico da 397cc, capace di una potenza massima di 27 cavalli ed una coppia che tocca il picco di 30 Nm. Con il cerchio anteriore da 19 pollici ed il posteriore da 18 pollici rispecchia un po’ quelli che sono i canoni delle scrambler, così come con la sella quasi piatta che punta verso la coda ed il monofaro tondo all’anteriore.

    Betamotor Alp 4.0

    Betamoto Alp 4.0
    Betamotor Alp 4.0

    Si passa da un segmento all’altro e si arriva così alla proposta della Betamotor, la Alp 4.0. Piccola ed agile per un trial anche abbastanza impegnativo, questa monocilindrica da 27 cavalli di potenza non passa di certo inosservata, anche per il quasi completo abbandono dell’elettronica: l’alimentazione a carburatore anzichè iniezione è uno di questi motivi, ma ad onor del vero dobbiamo specificare abbia anche lo starter elettrico ed il raffreddamento ad aria.

    Benelli 402S

    Benelli 402S
    Benelli 402S

    Presentata in occasione dello scorso Eicma 2017 di Milano, la Benelli 402S ha deciso di rompere del tutto gli schemi con la sua impostazione da “city cruiser”, che ricorda un po’ la Ducati Diavel. All’interno del talaio a traliccio in tubi vive un motore bicilindrico che eroga la potenza di 39.4 cavalli, affiancati da una coppia massima di 35 Nm e dal sistema ABS per mantenere tutta la sicurezza della frenata. A dirla tutta la moto non è ancora presente sul mercato ma si aspetta la seconda metà di questo 2018 per vederla, ma le promesse sono davvero interessanti.