Moto2 2011: la stagione della verità

MOTO2 - Il 2011 sarà l'anno delle conferme per la Moto2

da , il

    Moto2 2011: la stagione della verità

    MOTO2 – Il 2011 sarà l’anno delle conferme per la Moto2. La nuova classe di mezzo lo scorso anno, al suo “esordio” nel Motomondiale, ha saputo regalare emozioni di tutti i tipi (purtroppo non tutte positive) non facendo assolutamente rimpiangere la vecchia 250cc.

    Il doppio obiettivo della Dorna Sports di ridurre sensibilmente i costi e allo stesso tempo proporre un campionato con molti pretendenti al titolo nel 2010 è stato raggiunto. Ora però, passato l’effetto sorpresa e curiosità, la Moto2 dovrà confermare quanto di buono fatto vedere la scorsa stagione.

    La Moto2 2011 ripropone una griglia ricca: ben 38 piloti, dei quali almeno dodici che possono portare a casa vittorie nei gran premi e correre per il titolo iridato.

    Non ci sarà Toni Elias, promosso di nuovo nella MotoGP dopo il titolo mondiale vinto lo scorso anno, ma sono tanti i piloti che possono lottare per la vittoria finale.

    Su tutti, il vice-campione del mondo in carica, Julian Simon (già iridato 2009 della 125cc) rimasto al team Aspar e dominatore della doppia sessione di test invernali di Valencia e Jerez con la Suter 2011; quindi l’italiano Andrea Iannone, terzo nel 2010, ora in sella alla Suter dello Speed Master Team.

    Alex De Angelis (team JiR) è un altro candidato al titolo; e anche Simone Corsi e Mattia Pasini (entrambi allo Iodaracing Project) potranno dire la loro, così come Raffaele De Rosa (in sella alla Moriwaki del G22 Racing).

    Nel lotto dei pretendenti ci sono anche Scott Redding, con la Suter del Marc VDS Racing Team, Thomas Luthi, l’ex Superbike Max Neukirchner e la coppia ex MotoGP composta da Aleix Espargaro e Mika Kallio.

    MARC MARQUEZ – Ma il pilota più atteso è forse il nuovo talento iberico delle due ruote: quel giovanissimo Marc Marquez che ha vinto il mondiale della classe 125 ed è pronto a dimostrare di essere un fenomeno vero anche nella Moto2.