MotoGP 2007. Quando “Macio” perde la pazienza…

MotoGP 2007

da , il

    MotoGP 2007. Quando “Macio” perde la pazienza…

    Solo qualche mese fa, era andata così. Festa in grande stile per la presentazione del nuovo team Gresini e tante aspettative per un 2007 vittorioso.

    E invece…

    Alla prima gara di questa neonata stagione, Marco ha avuto da ridire con la casa madre Honda, tacciandola di avere figli e figliastri e di non aver ricevuto ciò che gli era stato promesso.

    Si sperava che fosse uno sfogo destinato a trovare soluzione, e invece…

    Flop anche nell’ultimo appuntamento di MotoGP.

    Marco, del resto, lo aveva già detto durante la presentazione: la carena è troppo piccola (fatta per Pedrosa???) e manca motore.

    Stesse considerazioni fatte durante la sua ultima intervista a Jerez, sensazioni che hanno fatto da comburente per tutte le promesse che Marco dice non rispettate dalla Honda.

    Ecco allora che qualche giorno fa, sul sito ufficiale di Macio, il ravennate ha scritto: “Mi sento solo. Per tutto l’inverno si è detto che sarei stato ufficiale al pari di Nicky e Dani , ma di fatto mi porto dietro lo stesso problema dal primo giorno sulla 800 e nessuno prova a fare qualcosa per me. La mia squadra da il massimo, ma purtroppo alcune modifiche devono essere fatte da qualcuno sopra di noi. In prova avevo un buon ritmo quando ero solo, ma il davanti, in ogni caso, non mi fa impazzire. La Yamaha ha cominciato a vincere con Valentino perchè dopo i soldi che hanno speso per lui hanno pensato bene di accontentare le sue richieste, venendo in contro alle sue esigenze. Questa possibilità io non l’ho mai avuta, quindi solo quando riesco a farmi andare a genio tutto quello che ho a disposizione, sono veramente motivato per il risultato finale della gara“.

    Che la Yamaha abbia iniziato a vincere per i grandi investimenti fatti sulla moto di Valentino è plausibile, ma altrettanto palese è il grandissimo talento di Valentino che ha saputo spesso recuperare gare partite malissimo, proprio per una moto non prestazionale.

    Ad ogni modo, l’invettiva di Marco Melandri non è destinata al dimenticatoio. Non è la prima volta che il pilota ravennate lamenta mancanze da parte di Honda.

    Questa vorremmo fosse l’ultima volta.

    E’ possibile? La Honda manterrà le promesse fatte al giovane pilota? E’ veramente Pedrosa il superfavorito della MotoGP 2007 nella casa alata, oppure dopo i recenti sviluppi, i giapponesi HRC daranno spazio anche ai clienti?

    Per il 22 aprile mancano meno di 20 giorni…vedremo.