MotoGP Aragon 2014, Iannone: “questa volta da solo è andata bene”

Dopo le qualifiche della MotoGP ad Aragon 2014, sentiamo le dichiarazioni dei piloti della Ducati

da , il

    MotoGP Aragon 2014, Iannone: “questa volta da solo è andata bene”

    L’abbiamo visto in tutto il weekend che le Ducati MotoGP erano forti. Hanno portato ad Aragon 2014 la nuova moto, che a detta dei piloti ha portato qualche miglioramento nel feeling. Dopo aver fatto dei buonissimi tempi nelle prove libere 1 e nelle prove libere 2, anche oggi in qualifica non hanno deluso. Andrea Iannone, girando completamente da solo, si è piazzato al terzo posto. Purtroppo Dovizioso è solo nono, a causa di un piccolo errore che gli ha compromesso il risultato finale. In questo articolo trovate tutto il live delle qualifiche, minuto per minuto. Per domani cosa vedremo? Difficile da dire, anche perchè alla fine tenere un ritmo serrato in tutta la gara non è semplice. Leggiamo in questo articolo le dichiarazioni dei ducatisti italiani. Per seguire LIVE in diretta web la gara, BASTA CLICCARE QUI!

    Guarda anche:

    Ai microfoni subito Andrea Iannone, davvero felice del suo risultato. Tosto, possiamo dire? “Abbastanza, no?”, dice con un bel sorriso stampato in volto. “Questa volta da solo è andata molto bene e, dai, sono contento. Sapevamo che con la gomma morbida potevamo essere veloci. Peccato con la dura, nella FP4: stavo provando un setting diverso e non mi sono trovato subito a mio agio e quindi alla fine non sono stato velocissimo. Però il passo credo sia buono e sono contento: Dovizioso, anche, è andato forte con la gomma da gara. Quindi siamo molto contenti. Poi un’altra prima fila! Sono felice, speriamo bene, questa volta sono andato veramente forte!”.

    Un circuito che ti piace? “Mah, sì, a me piacciono tutti i circuiti generalmente. Non ce n’è uno preferito: sicuramente preferisco l’Italia perchè siamo a casa, davanti al nostro pubblico, a tutti i nostri italiani. Quindi speriamo di essere veloci domani e di fare tutti contenti”.

    Passiamo la parola all’altro Andrea, Dovizioso questa volta. Lui è un po’ deluso, invece, dall’esito delle qualifiche. La prima fila ci poteva stare eccome, tenuto conto del passo che stavi tenendo fino a quel momento. “Peccato perchè partire in terza fila non è il massimo. Soprattutto per la prima curva che è molto vicina e si fatica a recuperare. Ma più che per quello, il feeling sul davanti non era eccezionale. Eravamo veloci, abbastanza veloci come passo e son contento della velocità che abbiamo anche nel turno quattro quando si vedeva il passo di tutti. Però troppo al limite sul davanti, e su troppi punti della curva: con il freno, senza freno. E’ bastato quel poco di più che l’ho persa in qualifica: errore mio, ma dobbiamo migliorare un po’ questo feeling perchè in gara così non potrò forzare. Sarà difficile lottare per il podio, cosa che prima della qualifica…il passo non era male. Vediamo domani”.

    Dicevamo della scivolata: hai cercato quel qualcosina che ti ha tradito? “Sì, ma come normalmente provi in qualifica. Non mi sento di aver fatto qualcosa di sbagliato: certo, è stato un mio errore, però non ho esagerato da dire “ci sto, non ci sto e l’ho persa”. Quindi mi lascia un po’ perplesso questo: vuol dire, secondo me, che dobbiamo migliorare un pochino il feeling domani nel warm up per andare in gara con un po’ più di margine”.

    MotoGP Aragon 2013, paddock Girls