MotoGP, ecco il calendario 2020: si parte il 19 luglio da Jerez. Doppia tappa a Misano

La stagione 2020 partirà dalla Spagna per concludersi il 15 novembre a Valencia

da , il

    MotoGP Mugello

    Anche la MotoGP, dopo la Formula 1, ha il suo calendario per la stagione 2020: la Dorna, infatti, ha ufficialmente reso noto il programma rivisto a causa della pandemia di coronavirus. La partenza è fissata per il 19 luglio, da Jerez con l’anno motoristico a due ruote che si chiuderà il 15 novembre a Valencia, facendo così ritorno in Spagna. Nel mezzo altri appuntamenti che porteranno il numero totale a 13 gare che potrebbero diventare 17 se dovessero essere confermate le tappe ancora in sospeso.

    Tredici appuntamenti già confermati

    Un calendario, quello della MotoGP, che ha dovuto fare di necessità virtù: sono molti, infatti, i circuiti sui quali verranno ospitate due gare. A partire da Jerez in programma il 19 luglio dove, sette giorni dopo, si replicherà. Il 9 agosto sarà il momento di Brno, in Repubblica Ceca, prima di un’altra doppietta allo Spielberg, in Austria, fissata per il 16 e 23 agosto. Dopo due settimane di pausa, ci sarà un altro doppio appuntamento, questa volta a Misano; il 13 settembre si celebrerà il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini e sette giorni più tardi sarà il momento del Gran Premio dell’Emilia Romagna e della Riviera di Rimini. Il 27 settembre si torna in Spagna per il GP di Catalogna, a Barcellona, prima di concludere con Le Mans l’11 ottobre e il doppio appuntamento di Aragon e Valencia.

    Possibili anche 4 gare extra europee

    Entro il 31 luglio, inoltre, andranno valutate ed eventualmente confermate le gare extra europee di Austin, Argentina, Thailandia e Malesia, ancora in sospeso in attesa di capire l’evolversi della pandemia. La Federazione internazionale ha comunque precisato che il campionato non andrà oltre il 13 dicembre e avrà al massimo 17 eventi, incluso il GP del Qatar Moto2 e Moto3 che si è già disputato a marzo. L’accesso del pubblico agli eventi sarà valutato in base all’evoluzione della pandemia e alle disposizioni delle autorità locali.