Motogp: dal 2010 riduzione dell’elettronica

Carmelo Ezpeleta, presidente della Dorna, ha confermato le voci secondo le quali le case motociclistiche stanno studiando dei sistemi per ridurre il livello di elettronica nelle 800cc della Motogp

da , il

    Sara’ che le gare sono diventate sempre piu’ noiose.

    Sara’ che i costi esorbitanti allontanano tante case motociclistiche dalla Motogp mentre in Superbike sono anche troppe.

    Carmelo Ezpeleta sta sentendo gli scricchiolii nel suo giocattolo e sta studiando dei sistemi per poter migliorare l’appeal del circus della Motogp : e tutti i cambiamenti hanno come comune denominatore la diminuzione della parte elettronica che aiuta la guida ai piloti.

    In una intervista concessa a Motosprint il patron della Dorna, ha ammesso che si stanno studiando nuove proposte per le 800cc: “ho chiesto ai costruttori di cercare una soluzione, di iniziare a parlarne, ma nel 2009 non vedremo nessun cambiamento. Avremo bisogno di più tempo. In ogni caso, il prossimo passo consisterà nel regolamentare l’elettronica”.

    Ma Carmelo Ezpeleta continua a difendere la competizione nella sua Motogp: “non bisogna credere che Valentino Rossi abbia vinto facilmente, ha compiuto sforzi incredibili e si è imposto grazie al suo genio. Lo ha dimostrato al mondo intero per questo si tratta di uno spettacolo di livello assoluto. Basti pensare alla gara di Laguna Seca“.

    Il grande capo spagnolo ha citato Laguna Seca come gara esemplare, ma noi potremmo citare le tantissime gare dove la noia l’ha fatta da padrone, dove i sorpassi si contavano sulle dita di una mano, dove i pontenziali vincitori di ogni corsa erano sempre i soliti tre piloti, dove le gomme honno fatto molta piu’ differenza dei centauri.

    Speriamo che i dirigenti della Motogp possano un giorno trovare la formula adatta per rendere le gare piu’ avvincenti e non farle diventare sempre piu’ simili alle corse di Formula 1 dove i sorpassi li fanno i meccanici ai box e non i piloti sul circuito.