MotoGP Donington. Se la Honda ha scommesso male…

MotoGP Donington

da , il

    MotoGP Donington. Se la Honda ha scommesso male…

    Così non ci siamo.

    Lo avevamo già detto, lo ripetiao per l’ennesima volta.

    Strategie discutibili che possono talvolta premiare (vedi MotoGP 2006), ma non sempre la fortuna gira a proprio favore.

    E questo la Honda dovrebbe saperlo da molto tempo.

    Semel in anno, dicevano i latini.

    Semel in “quinquennio” (e forse è già tanto!) sembra invece gridare a squarciagola questo MotoMondiale 2007 per la casa alata.

    Cattive previsioni, pessime strategie, una moto che non va come dovrebbe e una classifica che non sorride per niente.

    Un Pedrosa giunto ottavo non può far sorridere nessuno, anzi sembra che alla pioggia caduta sul circuito di Donington domenica scorsa si siano unite le lacrime del pilota di Sabadell.

    Il pupillo di Puig sembra, infatti, non essere più tanto affezionato agli ingegneri dagli occhi a mandorla che non sarebbero in grado di equipaggiarlo con una moto competitiva.

    Impossibile fare meglio, – dice il piccolo spagnolo – sono partito con la moto due e avevano sbagliato il cambio e le gomme montate non erano quelle giuste.

    Ed ecco che Dani calca la mano: “Nel modo più assoluto, in queste condizioni non ha più senso stare qui, potrei anche guardarmi intorno e andare via. Sono rimasto sempre fedele alla Honda, con questa casa ho vinto mondiali in 125 e 250 fino ad arrivare alla motogp per giocarmi tutte le mie carte al meglio delle possibilità. Ma tutto questo è impossibile in queste condizioni. Se la situazione non migliorerà a breve, dovrò valutare il mio futuro e sarò costretto a guardarmi intorno. Potrei anche decidere di correre per un’altra casa.

    Tra il dire e il fare….