Motogp Estoril. Pedrosa: “Bene dall’inizio alla fine!”

Motogp Estoril

da , il

    Motogp Estoril. Pedrosa: “Bene dall’inizio alla fine!”

    E’ meravigliato quasi, Daniel Pedrosa, il centauro alato della casa giapponese Campionessa in carica grazie a Nicky Hayden versione 2006.

    Arrivata nel 2007 con una RC212V zoppicante, la Honda (forse) ha quadrato il cerchio a quattro gare dalla fine del campionato.Guarda anche:

    Il piccolo spagnolo, conquistata la seconda posizione sul circuito portoghese dopo un duello con Valentino Rossi, ha lasciato intravvedere qualche barlume di speranza non tanto per la fine di questo campionato ormai buttato al vento, ma per la prossima stagione.

    È stata una bella gara e che lotta tra me e Rossi” – ha detto Daniel, con un pizzico di soddisfazione e di rabbia per il duello perso con l’italiano – Ho spinto quando mi sono accorto che, con Rossi davanti, Stoner e Hayden recuperavano mi sono detto che era il momento di spingere. Valentino poi mi ha passato e io non più avuto tempo per rifarmi: sono contento perché, per la prima volta in questa stagione, la moto è andata bene dall’inizio alla fine“.

    Nicky Hayden, invece, torna a casa senza podio, ma con qualche punto in più che può far solo bene al morale: ““Ci sono state molte cose positive in questo week-end, e la pole position è stata una di queste, anche se di certo quarto non è il risultato che speravamo. Sapevamo che sarebbe stata dura oggi, e il primo giro non è stato così generoso con me, ma, a dir la verità, ero solo contento di aver passato la prima tornata dopo quello che è successo la scorsa gara. La lotta con Melandri mi ha fatto perdere un po’ di tempo, poi ho preso il ritmo e sono sceso sotto l’1’37” e ho preso Stoner. La mia moto andava molto bene oggi. Il motore era buono e le gomme Michelin erano ok, quindi non ho davvero scuse, quei ragazzi erano solo un po’ più veloci e lo riconosco. Questa è stata la mia prima pole position dell’anno e ho fatto il giro più veloce della gara, che in definitiva è positivo. Siamo su una strada migliore rispetto a quella in cui eravamo pochi mesi fa, sembra che le cose abbiamo ricominciato ad andare nel verso giusto e mi diverto di nuovo a guidare la moto. Andremo a Motegi e proveremo a farla girare. Ci sono ancora quattro circuiti!

    Chissà se i due piloti Honda metteranno le ali per le prossime gare…