MotoGP? Forse. Tutti pronti per il GP di Macao?!

La Motogp forse si prepara a correre nel suo secondo circuito dagli occhi a mandorla: il circus arriverà in Cina sul tracciato cittadino di Guia?

da , il

    Sta circolando da tempo, e non solo sul web, la notizia di un altro GP dagli occhi a mandorla.

    Le voci che si rincorrono e che vengono poi sistematicamente smentite, parlano a proposito di un circuito sui generis, ben diverso dai tracciati convenzionali di cui la MotoGP è ricca.

    Un circuito cittadino, invece, al posto delle solite piste, per trasformare sempre di più la MotoGP in Formula 1, con pregi e difetti.

    Non è la prima volta, infatti, che le due ruote strizzerebbero l’occhio ad “una gara in città” anche se per adesso sembra storia passata e, di sicuro, non ripetibile.

    Una “nuova Monaco di Baviera a due ruote” viene definita dai cultori del circuito la gara che si svolge sul tracciato cittadino di Guia: ben 6 kilometri e 200 metri percorsi ad una velocità media di circa 150 Km/h rappresenterebbero l’ “ennesima rivincita cinese sull’ occidente”, nel GP di Macao, che già si disputa regolarmente ogni anno e che ha già i suoi vincitori a due e quattro ruote, non per ultimo Sir Jarvis.

    Il GP di Macao ha il suo sito web tradotto addirittura in inglese e portoghese e annovera tra i suoi tifosi grandi nomi dello sport.

    Del resto, tra case, muri, asfalto così così e guard rail, con un pizzico di fortuna, tanto istinto e una buona dose di improvvisazione, il tracciato cinese è stato affrontato anche da piloti di grosso calibro del mondiale 500 e SBK.

    Chissà se alla Dorna ci stano pensando seriamente….

    Foto