Motogp Francia: domenica da dimenticare in casa Ducati

Il campionato di Motogp si fa difficile in casa Ducati

da , il

    Motogp Francia: domenica da dimenticare in casa Ducati

    E ora i punti di distacco sono 41 tra il nuovo leader del mondiale,Valentino Rossi, e il campione del mondo in carica Casey Stoner.

    Non sono pochi, ma con 13 gare ancora da disputare tutto è ancora possibile. Quello che preoccupa è però l’involuzione della GP8 e i problemi con le gomme Bridgestone, che l’anno passato avevano dato grandi soddisfazioni.

    Il pilota australiano a fine gara ha dichiarato:”sono partito bene ma dopo pochi giri ho avvertito una mancanza di aderenza sulla spalla della gomma al massimo angolo di piega. Un bel problema a Le Mans, specie nell’ultima parte del circuito. Tendevo continuamente a perdere l’anteriore e naturalmente la cosa mi ha tolto un bel pò di fiducia prima che, in qualche modo, riuscissi a circoscrivere il problema e ad adattarmi alla situazione. Nel T4 perdevo molto, ma ero ancora in lotta per il podio. Non riuscivo a frenare forte e soprattutto non potevo sfruttare tutto l’angolo di piega. Il problema vero, però, è stato il motore. A dieci giri dalla fine è un pò calato e non riuscivo più a stare con gli altri sul rettilineo, poi la potenza è calata fino a che sono stato costretto a fermarmi e non sono nemmeno riuscito a completare il giro. Per fortuna ce l’ho fatta in un modo o nell’altro ad arrivare ai box sull’abbrivio e spingendo un pò, così ho preso la seconda moto preparata per la pioggia e sono riuscito“.

    Però, anche se la sfortuna e non solo, perseguita Casey Stoner, il pilota Ducati non molla: “ci sono ancora 13 Gran Premi da disputare ed io non sto cercando di difendere il mio titolo, stò cercando di vincerne un altro. Ogni gara la affronto con la solita mentalità di sempre: cerco di vincere, se possibile, naturalmente senza commettere errori“.

    Per quanto riguarda Marco Melandri buio pesto. Praticamente non si è mai visto, tranne quando disperato ha provato la mossa azzardata di cambiare moto nella speranza che il diluvio rendesse la pista inguidabile con le slick.

    Mossa disperata, rischiosa e soprattutto sbagliata.