MotoGP Francia: Honda vuole la vittoria

Con un inizio di stagione condito da alti e bassi, la Honda ufficiale vuole mettere fine al monopolio di vittorie ottenuto dalle Yamaha nei primi 2 GP della MotoGP 2010, grazie allo sviluppo della moto nei test di Jerez

da , il

    Per il prossimo Gran Premio di Francia, nel box della Honda ufficiale c’è la voglia di interrompere il monopolio di vittorie ottenuto dai piloti della Yamaha, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, nei primi due appuntamenti della MotoGP 2010 che sono andati in scena sui tracciati di Losail e Jerez de la Frontera. A Le Mans, i due corridori del team HRC, Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso cercano un successo importante per inserirsi nella lotta che porterà al titolo mondiale. Sono molti i piloti che cercano il riscatto in terra francese, a partire da Casey Stoner, indiziato numero 1 per una Honda 2011.

    Con un inizio di stagione condizionato da alti e bassi, il team della Honda ufficiale vuole mettere fine al dominio di vittorie ottenuto dalle due Yamaha nei primi 2 Gran Premi della MotoGP 2010. Infatti, nella gara del Qatar ha trionfato Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso sul gradino più basso del podio; mentre tra le curve di Jerez abbiamo assistito alla rimonta del numero 99 della M1 seguito dal connazionale Dani Pedrosa in seconda piazza.

    Pedrosa e Dovizioso arrivano in Francia con la forte volontà di continuare lo sviluppo delle rispettive RC212V nel terzo appuntamento del Motomondiale 2010, grazie al lavoro effettuato sulle rispettive moto nei test post-Jerez.

    Lo spagnolo della Honda, sul circuito francese, ha ottenuto la pole position in tre delle ultime quattro edizioni e lo scorso anno è salito sul podio: “Le Mans è uno di quei circuiti dove devi essere preparato a qualunque condizione perché il meteo può giocare un ruolo fondamentale. Sarà il mio GP numero 150, e inutile nascondere che mi piacerebbe festeggiarlo con un grande risultato”.

    Dovizioso, invece correrà sul tracciato della 24 ore per migliorare il sesto posto di Jerez nell’ultima gara: “un circuito che mi piace e dove normalmente vado bene, quindi perché non essere fiduciosi per la gara. Utilizzeremo il nuovo telaio provato in Spagna e sono convinto che il nostro potenziale aumenterà. Nel 2009 ho perso il podio nell’ultimo giro, quindi la motivazione è altissima per questa gara…Sono sicuro che lotteremo con i migliori quest’anno”.