MotoGP Francia: Rossi ottimista per la corsa

Dopo essersi ben comportato nelle prove libere del GP di Francia, Valentino Rossi confida ai giornalisti di non sentirsi ancora totalmente recuperato per la gara di domani

da , il

    Il campione mondiale della classe regina del motociclismo, Valentino Rossi fa il punto della situazione dopo i due turni di qualifiche libere sostenute sul tracciato internazionale di Le Mans. Secondo il pluricampione della Yamaha M1, anche se la situazione è certamente migliore rispetto a Jerez de la Frontera, in Francia bisognerà stringere i denti, perchè la spalla infortunata è ancora dolorante, soprattutto in frenata dove le sollecitazioni sono molto forti. Inoltre, il suo compagno nel team Fiat, Lorenzo sta vivendo uno stato di forma straordinario, culminato con la vittoria davanti ai propri tifosi a Jerez.

    Dopo essersi ben comportato nelle prove libere del Gran Premio di Francia, il pilota italiano della Yamaha M1, Valentino Rossi confida ai giornalisti di non sentirsi totalmente recuperato per la gara di domani, a causa della spalla ancora dolorante che gli da fastidio soprattutto in frenata.

    Il terzo appuntamento della MotoGP 2010, riveste un’importanza fondamentale per il Dottore di Tavullia perchè il suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo gli ha strappato la leadership della classifica mondiale piloti grazie all’ultima vittoria sulla pista di Jerez. A questo punto, sarebbe di vitale importanza per Rossi mettere le ruote davanti al numero 99 della M1 e recuperare la testa della graduatoria generale.

    In vista della gara di domani pomeriggio, Valentino cerca di analizzare il momento di forma che sta attraversando: “sono molto contento di come è andata questa sessione, soprattutto del mio ultimo giro in cui ero molto veloce. Nei test dopo Jerez abbiamo messo a fuoco i problemi che abbiamo avuto e sono riuscito a migliorare molto il setting e da qui siamo partiti oggi. E’ bello essere già così veloci. La spalla mi fa ancora male e poi tutte queste frenate in discesa la situazione non migliora”.