MotoGP: il braccio esclude Marquez da Jerez: “Ci ho provato, dormirò tranquillo”

Marc Marquez non ce la fa e abbandona l'idea di correre questo weekend. Fatale il giro di lancio durante la Q1 dove il dolore ha battuto il campione

da , il

    MotoGP Tests In Jerez

    Marc Marquez non correrà il Gran Premio di Andalusia. Dopo aver affrontato la FP3 nella mattinata, ha rischiato poco nella FP4, ma il dolore ed il caldo si sono fatti sentire sul braccio operato. La placca applicata all’omero fratturato non è stata sufficiente per permettergli di affrontare il Gran Premio, convincendo il pilota e la Honda a dedicarsi al weekend di Brno.

    Marquez fuori, parla la Honda

    Dopo una breve FP4, il campione del mondo ha tentato di partecipare alla Q1, ma durante il giro di lancio ha deciso di rientrare ai box e andare direttamente nel retrobox. Ci ha pensato una decina di minuti, ma la conferma è arrivata. Lo spagnolo rinuncia a partecipare alle qualifiche ma potrebbe anche decidere di correre partendo dall’ultima posizione. Possibilità subito scartata come conferma il Team Manager della Honda, Alberto Puig: “Marquez sente ancora dolore al braccio destro, abbiamo deciso insieme che la cosa migliore è non fare la gara e pensare al prossimo GP. Marc si sentiva bene dopo l’intervento, per questo aveva deciso di fare questa prova.” Esito negativo per il momento, con il Gran Premio di Brno nel mirino, alla ricerca di punti per recuperare i due “zero” accumulati a causa dell’infortunio.

    Marquez ora può dormire tranquillo

    L’ufficialità ormai è stata data. Marc Marquez non prenderà parte al GP di Andalusia, con l’obbiettivo di riuscire a scendere in pista già da Brno. Proprio il pilota spagnolo, ai microfoni di SkySport MotoGP, ha espresso il proprio dispiacere per non riuscire a guidare, ma soddisfatto per averci provato: “Ci ho provato, quando hai la passione per qualcosa ci devi provare, questa è la mia mentalità. Quando mi hanno operato, sono rimasto realista e ho provato a capire come stava il mio corpo. Quando ho iniziato a muovere il braccio, ho provato a fare delle flessioni e ho detto alla Honda che avrei voluto provarci, Oggi però ho capito che non posso correre in gara. Dopo la decisione di provarci, le sensazioni sulla moto: “Abbiamo deciso con la Honda di provare a correre oggi, i tempi sembravano buoni, ma quando ho iniziato le qualifiche ho avuto una strana sensazione al braccio, come se avessi il braccio morto, a quel punto ho deciso di fermarmi. Ringrazio i medici e tutta la gente che mi ha sostenuto.” Sempre ottimista e con la voglia di superare i propri limiti, questo lo spirito che contraddistingue i campioni: “L’obiettivo era fare più del 100%, volevo capire dove poteva arrivare il mio corpo. Io sono ottimista, per me il bicchiere è sempre mezzo pieno. Ho detto alla Honda che sarei andato a Jerez per provarci, adesso posso dormire tranquillo perché so di averci provato.” E allora buonanotte Marc, speriamo di vederti in forma già da Brno per tanti Gran Premi spettacolari.