MotoGP, Jorge Lorenzo pronto a tornare in Ducati

Qualora la trattativa per il rinnovo di Andrea Dovizioso dovesse fallire, ecco che il maiorchino sarebbe uno dei piloti pronti a prendere il suo posto

da , il

    Jorge Lorenzo in Ducati

    “Certi amori fanno dei giri immensi e poi ritornano” cantava Antonello Venditti. Parole che tutti gli innamorati, sentendo, hanno fatto proprie, soprattutto nel caso in cui l’amore finito faccia ancora battere il cuore. Il caso specifico che riguarda Ducati e Jorge Lorenzo: la storia tra la casa italiana e il maiorchino, infatti, è finita sul più bello ossia quando Lorenzo aveva iniziato a capire la moto e i tecnici a fornire al cinque volte campione del mondo le cose che chiedeva da tempo. La separazione tra i due, però, si è consumata all’insegna dei sorrisi e i rapporti sono rimasti ottimi tanto che Gigi Dall’Igna, come riportato da Sky Sport, sarebbe stato contattato da Lorenzo per un clamoroso ritorno a Borgo Panigale qualora non si arrivasse a un rinnovo con Andrea Dovizioso.

    Il messaggio di Lorenzo alla Ducati

    Un’ipotesi suggestiva ma non certo irreale, quella che vorrebbe Lorenzo di nuovo in sella alla Ducati dopo il passaggio in Honda e il conseguente ritiro dalle corse. “Sto bene, datemi una moto, possiamo ancora vincere assieme” le parole dello spagnolo, pronto a mettersi di nuovo in gioco con la scuderia italiana. Le trattative per il rinnovo di Dovizioso, infatti, sembrano essere entrate in una fase di stallo con la Ducati da una parte a cercare un passo in avanti da parte del pilota italiano e il “Dovi” a voler vedere riconosciuti i meriti di aver riportato la scuderia a lottare per il titolo e la centralità del progetto. Una fase delicate nelal quale sta cercando di inserirsi Lorenzo che, da parte sua, dopo il ritiro sarebbe pronto ad accettare un ingaggio più “umano” rispetto a quanto percepito in passato e formare una coppia esplosiva con Jack Miller che prenderà il posto di Petrucci, sempre più vicino alla KTM.

    Il ritorno di Lorenzo alla Ducati nel 2021, quindi, è più di una semplice suggestione. Tutto, però, rimane legato al destino di Dovizioso che, qualora non dovesse rinnovare con Ducati, dovrebbe valutare bene il da farsi visto che tutte le moto di vertice sembrano ormai prese con la Honda dove Marquez non ha nessuna intenzione di rinunciare al proprio ruolo di leader e la Yamaha che ha già dato il benservito a Rossi – diretto verso la Petronas – per far posto a Quartararo. Uno scenario difficile da immaginare al momento, ma decisamente molto suggestivo.