MotoGP: la telenovela John Hopkins

La smentita alla notizia di un accordo fra il team FB Corse e John Hopkins arriva direttamente dagli Stati Uniti: Bob Moore, manager del pilota, ha dichiarato ha dichiarato alla rivista Racingworld che Hopkins non ha firmato un accordo con FB Corse, ma che sta solo “parlando” con la scuderia italiana in merito a un progetto MotoGP

da , il

    Il pilota statunitense John Hopkins ha dichiarato di non aver ancora firmato con la FB Corse, scuderia che dovrebbe debuttare quest’anno in classe regina. Da giorni circola la voce sul ritorno di Hopkins al mondiale MotoGP: secondo i rumors il rider stelle-e-strisce dovrebbe correre per la neonata scuderia italiana FB Corse, che sarà presentata ufficialmente a Milano il 21 gennaio e che ha già ingaggiato Luca Cadarola come collaudatore; ma ora il manager del pilota americano, Bob Moore, avrebbe precisato che Hopkins non ha ancora firmato un accordo per gareggiare nel 2010 in classe regina.

    La smentita alla notizia di un accordo fra il team FB Corse e John Hopkins arriva direttamente dagli Stati Uniti: Bob Moore, manager del pilota, ha dichiarato ha dichiarato alla rivista Racingworld che Hopkins non ha firmato un accordo con FB Corse, ma che sta solo “parlando” con la scuderia italiana in merito a un progetto MotoGP.

    Moore ha continuato dicendo che in realtà Hopkins (rimasto senza squadra all’inizio del 2009 quando il suo team, la Kawasaki MotoGP, si è ritirato dalla Motomondiale) sta valutando diverse opzioni per questa stagione, compresa quella che lo vedrebbe impegnato a gareggiare nella AMA Pro Road Racing series, la Superbike statunitense.

    Dato che la FB Corse sembra essere molto sicura della firma di Hopkins – tanto da iniziare a testare la moto con Luca Cadarola – è probabile che le dichiarazioni del manager dello statunitense siano solo una tattica per prendere tempo o riuscire a strappare un contratto più vantaggioso. D’altronde, chi rinuncerebbe davero alla MotoGP per l’AMA Superbike?