MotoGP LeMans. Ducati pre-gara: Loris “no”, Casey “si”

MotoGP LeMans

da , il

    MotoGP LeMans. Ducati pre-gara: Loris “no”, Casey “si”

    Manca ormai pochissimo alla luce verde sul circuito Bugatti di Le Mans e in Ducati è tutto in fibrillazione.

    Se è vero che la pole di Edwards di ieri non impaurisce più di tanto Borgo Panigale, si sta lavorando per mettere Casey in condizione di vincere ancora una volta.

    E’ anche vero che Stoner non è un burattino, e se la Desmo GGP7 è al vertice il ragazzino di Curry Curry “ha messo di suo” una vagonata di talento e tanta concentrazione.

    Quella che adesso sembra mancare al suo team mate, Loris Capirossi.

    Il neo papà Loris sembra non riuscire proprio a trovare il giusto feeling con la sua “rossa” e questo potrebbe essere un motivo di frustrazione per colui che, quella moto l’ha vista crescere e l’ha sviluppata centimetro per centimetro.

    Quest’anno - dice CapiTrex – non ho avuto un inizio di stagione fortunato, però non vedo l’ora di rifarmi. Casey ha dimostrato che la GP7 è una moto vincente e quest’anno le Bridgestone vanno molto bene. Sono quindi fiducioso, dobbiamo solo continuare a lavorare e a migliorare il feeling con la moto. Non amo troppo il circuito di Le Mans anche se l’anno scorso ho fatto un’ottima gara. È una pista “stop and go” non molto tecnica quindi non ti diverti molto a guidare la MotoGP: è più adatta a 125 e 250. Penso che la GP7 possa andare bene perché frenata e accelerazione sono le due cose più importanti e la nostra moto è molto efficace”. Le parole di Stoner suonano un’altra musica, invece: “Quest’anno non ho mai fatto peggio della seconda fila e per me è una grande sorpresa perchè di solito non sono granché forte con le gomme da qualifica. Oggi sembrava proprio potessi fare la pole ma alla fine Colin (Edwards) me l’ha soffiata. In ogni caso sia la moto sia le gomme sono andate benissimo per tutto il fine settimana. Ieri abbiamo capitalizzato il lavoro fatto venerdì riuscendo addirittura a migliorare ulteriormente il “grip” posteriore e l’entrata di curva, il che mi ha aiutato in generale. Quest’anno non sto facendo niente di così particolare dal mio punto di vista, è solo che ho trovato una squadra di alto livello ed una moto e delle gomme che sono adatte a me. Questo fa sì che tutto in generale vada molto bene e che riusciamo a mantenerci su standard elevati su tutte le piste, un’ottima cosa davvero. Per domani ho sentito previsioni del meteo di tutti i tipi, quindi non ci resta altro da fare che aspettare e vedere come si mette. Qui di ora in ora le condizioni possono cambiare all’improvviso“.