Motogp Malesia: Andrea Dovizio sfiora il podio

Andrea Dovizioso, dopo la caduta e il conseguente ritiro dalla gara di Sepang, appare estremamente frustrato dai problemi di affidabilità della sua Honda HRC

da , il

    Andrea Dovizioso, dopo il ritiro rimediato sul circuito di Sepang, mentre stava inseguendo la seconda posizione occupata dal compagno di squadra Dani Pedrosa, è deciso a riscattare le delusioni del penultimo appuntamento della Motogp 2009 con l’ultima gara che si disputerà a Valencia.

    Andrea Dovizioso, anche sulla pista di Sepang, è riuscito ad ottenere l’ennesimo risultato mediocre di una stagione a dir poco deludente, infatti il pilota forlivese della Honda, nell’estremo tentativo di agganciarsi al posteriore del team mate Dani Pedrosa, ha perso il controllo dell’anteriore ed è finito per terra.

    Dopo un intero Motomondiale 2009 costellato di quarti posti e risultati inferiori alle proprie capacità, il ritiro del Dovi al Gran Premio della Malesia è il segnale evidente della frustrazione dell’italiano all’interno del box Honda.

    La caduta di Sepang ci poteva anche stare, visto che Andrea stava cercando di conquistare la seconda posizione ai danni del compagno di squadra spagnolo, ma la HRC per tutto l’anno non è stata capace di offirire all’italiano una moto all’altezza delle migliori.

    Dovizioso, anche se non è partito bene dall’undicesima posizione della griglia di partenza, è riuscito a portare la sua RC212V, dopo la prima curva, già in quinta posizione e gli è bastato poco per conquistare subito la terza piazza durante la prima tornata del GP.

    Sarà per questo motivo che l’italiano non riesce a mandare giù la delusione per l’errore che ne ha causato il ritiro dalla gara della Malesia: “sono davvero dispiaciuto per oggi, stavo facendo un’ottima gara e, in questo momento, il podio sarebbe stato un risultato molto positivo sia per me sia per la squadra. Anche se non sono scattato bene dalla quarta fila, ho poi guadagnato molte posizione in frenata alla prima curva e dopo due curve ero già quinto. Nel primo giro sono andato molto bene e sono riuscito a risalire fino alla terza posizione, ero al limite, ma mi stavo avvicinando a Dani e puntavo al podio. Le gomme da bagnato della Bridgestone andavano bene, anche se devi stare sempre molto attento, perchè sono molto morbide. Poi, al 15° giro il davanti ha girato più velocemente del solito e si è chiuso”.

    L’unica cosa positiva per Andrea Dovizioso è l’aver conservato la quinta posizione, in campionato, con 152 punti, grazie al tredicesimo posto del texano Colin Edwards che incalza il pilota della Repsol a sole 7 lunghezze.

    E’ proprio per questo che nell’ultimo step della classe regina 2009 che si correrà a Valencia, Andrea non può permettersi passi falsi: “è un peccato, perchè a Sepang mi sentivo bene sulla moto e volevo ottenere a tutti i costi un bel risultato. Comunque sia andata, torneremo in Europa pronti per l’ultimo GP della stagione”.