MotoGP 2014: Marquez e Pedrosa alla festa dei 20 anni del team Repsol Honda HRC

Buon Compleanno Honda Repsol

da , il

    Honda-Repsol compie 20 anni

    Avvenimento importante per il team Honda più famoso al mondo nel campo delle due ruote: il team Repsol HRC, diretta emanazione della Casa dell’Ala Dorata, compie 20 anni. Una partnership tra Repsol e HRC tra le più longeve che si siano mai viste nella storia del motomondiale e una Casa che nel bene o nel male ha sempre influenzato le decisioni regolamentari riguardanti la MotoGP (a cominciare dall’abolizione delle 500 per passare alla MotoGP per finire poi col passaggio dalle 1000 alle 800 e viceversa). Lunedì mattina a Madrid nel quartier generale della Repsol si è tenuta la festa per i primi 20 anni del Team Repsol Honda HRC, con le moto titolate messe in bella mostra. Ospiti illustri della festa non potevano che essere i piloti del Repsol Honda Team Daniel Pedrosa e il neo campione del mondo Marc Marquez oltre al team manager Livio Suppo, l’artefice dei successi di Stoner e di Marquez stesso con la Casa dell’Ala Dorata.

    Guarda anche:

    Il primo pilota a vincere un titolo mondiale con i colori Repsol fu Mick Doohan nel 1995 (secondo mondiale per lui al quale ne seguirono poi altri 3 consecutivi), poi toccò ad Alex Crivillè nel 1999 per poi arrivare a Valentino Rossi e i suoi due titoli in sella alla RC211V nel 2002 e 2003. Con l’addio di Rossi passato in Yamaha, in Honda non sono più riusciti a vincere nessun titolo mondiale pur ingaggiando piloti di spessore come il brasiliano Alex Barros e Max Biaggi. Nel 2006 il titolo per certi versi fortunoso di Nicky Hayden (più per demeriti Yamaha che per meriti del ragazzo di Owensboro) poi altri 4 anni di buio totale nonostante i buoni piazzamenti di Daniel Pedrosa. Passato in Honda nel 2011, Suppo convince Casey Stoner a seguirlo e insieme vincono il titolo mondiale nell’anno che verrà ricordato per il tragico incidente che ha portato via Marco Simoncelli. Ancora nessun titolo nel 2012 nonostante un Pedrosa super e nel 2013 la svolta: ritiratosi Stoner arriva al suo posto Marc Marquez che centra il titolo nel suo anno di debutto in MotoGP.

    In sintesi nei 20 anni di Motomondiale il Team Repsol Honda ha raccolto 10 titoli mondiali (4 di Doohan, 2 di Rossi, 1 a testa per Crvillè, Hayden, Stoner e Marquez), 124 vittorie e 338 podi. Un bottino sicuramente niente male e che conta di essere ulteriormente ampliato dato che Marquez vorrà difendere il suo titolo mondiale dagli attacchi di Pedrosa, Rossi e Lorenzo.

    A margine della festa, Marquez e Pedrosa hanno rilasciato dichiarazioni importanti sul team e sulla stagione ormai alle porte

    Marc Marquez: “Un onore fare parte del team”

    Marc Marquez, campione in carica, ha esternato tutta la sua felicità nel far parte del team e vedere la sua moto accanto alle altre moto vincitrici. Ecco le sue parole: “E’ un onore per me far parte di questo team ed è difficile spiegare cosa provo nel vedere la mia moto accanto alle altre che hanno fatto la storia del team (le NSR500 di Doohan e Crivillè, le RCV di Rossi, Hayden e Stoner). Vederla lì mi dà la motivazione per far bene anche in questa stagione. Correre per il Repsol Honda Team l’anno scorso è stato un sogno che si è avverato: tutti i miei idoli hanno corso per questo team. E’ stata una opportunità che dovevo sfruttare al meglio e così ho fatto”.

    Daniel Pedrosa: “E’ uno dei team di maggior successo”

    A Madrid non poteva mancare anche Daniel Pedrosa. Per lui il 2014 sarà il 9° anno in seno al team Repsol. Ecco cosa ha detto il numero 26: “L’alleanza tra Repsol e Honda è molto significativa e quando si parla di questo team si sa che è uno dei team di maggiore successo nella storia del motomondiale. E’ bello che questa unione duri da 20 anni poichè in giro non si vedono relazioni così longeve e a me piace molto questa cosa”.