MotoGP Motegi 2014 conferenza stampa, Valentino Rossi: “Bianchi? Serviva safety car”

E' tempo di conferenza stampa pre weekend MotoGP Motegi 2014 in Giappone

da , il

    Durante la conferenza stampa del Gran Premio di Motegi della MotoGP 2014, tieni banco il discorso sicurezza tra i piloti intervistati. Nelle ultime settimane, sia la MotoGP ad Aragon che la Formula 1 a Suzuka hanno visto degli spaventosi incidenti. Ultimo in ordine cronologico e più drammatico è quello che ha coinvolto il pilota della Marussia, Jules Bianchi. Sull’argomento si sono soffermati sia Valentino Rossi che Jorge Lorenzo. I due piloti della Yamaha hanno spiegato come sia impegnativo e pericoloso quel circuito:Quello successo a Bianchi è un dramma per lo sport. Gravissimo l’errore di non far entrare la safety car con una gru in pista”. Per seguire il LIVE della gara, BASTA CLICCARE QUI!

    Guarda anche:

    Valentino Rossi, dopo la spaventosa caduta ad Aragon ha spiegato il suo stato psicofisico: È stata una brutta botta, ma ora sono al 100%. Motegi è una delle piste migliori, qui serve un buon set up per frenate e accelerazioni. Siamo in lotta per il secondo posto nel mondiale e ce la giochiamo fino all’ultima curva dell’ultimo GP. Marquez ha creato un grande vantaggio a inizio campionato e può decidere quando vincere il titolo. Proveremo a posticipare il più possibile questo evento perchè vogliamo tenere il titolo aperto. Io, Pedrosa e Lorenzo siamo in lotta per il secondo posto del Mondiale e sarà avvicente fino alla fine la nostra lotta.”

    Il pilota di Tavullia ha poi spiegato la sua opinione sul Flag to Flag: “è un sistema che porta dei rischi, forse è più rischioso che bloccare la gara e ricominciarla. Prossimanente ne parleremo in safety commission per trovare una soluzione più sicura.”

    Infine Valentino Rossi, interpellato sulla Formula 1 ha spiegato il suo punto di vista sui due grandi argomenti di Suzuka, l’incidente di Bianchi e l’addio di Alonso: Quello successo a Bianchi è un vero dramma sportivo. Lo conosco bene, è un bravo ragazzo e mi addolora pensarlo in quelle condizioni cosi disperate. Hanno fatto un grave errore a non fare uscire la safety car con una gru in pista. Questo serva da insegnamento per il futuro anche se ormai è tardi. Alonso? mi spiace che sia andato via dalla Ferrari perchè è un gran pilota ma lui vuole ottenere dei risultati dal suo lavoro.”

    Marc Marquez, intervistato durante la conferenza stampa, ha spiegato il suo stato d’animo in vista del Gran Premio: Cercherò di non fare lo stesso errore di Aragon nel caso sopraggiungesse la pioggia. In quel momento abbiamo pensato fosse la scelta giusta da fare. Questa è la gara di casa della Honda e voglio regalare il titolo su questa pista. Devo finire davanti a Vale, Jorge e Dani per laurearmi campione del mondo. Bianchi? Gli auguro di rimettersi al meglio. Quell’incidente è stato un vero dramma. “

    Anche Jorge Lorenzo, vincitore ad Aragon dopo un lungo digiuno, ha voluto lanciare un pensiero al collega Bianchi: “È un momento triste per i motori e lo sport. Quello successo non deve più ricapitare. Non possono esserci trattori in pista mentre si corre. La mia stagione? Sono partito decisamente male sbagliando diverse gare. Poi ho iniziato a trovare un feeling ottimo con la moto e sono tornato ad avere un buono stato mentale. Ora queste ultime gare proverò a fare il meglio possibile.”