MotoGP: Pedrosa spinge al massimo, ma non va

A Laguna Seca si chiude il tentativo di rimonta di Dani Pedrosa su Jorge Lorenzo: il rider Honda vola a terra al decimo giro all’altezza della curva 5 mentre è in prima posizione e cerca di tenere dietro la Yamaha numero 99

da , il

    MotoGP: Pedrosa spinge al massimo, ma non va

    Brutta caduta per Dani Pedrosa ieri nella gara di Laguna Seca. Brutta perché lo spagnolo della Honda butta al vento una corsa che stava conducendo in testa, brutta perché di fatto regala un margine importante in classifica piloti a Jorge Lorenzo: finora Pedrosa poteva essere l’unico ad impensierire il maiorchino nella lotta al titolo mondiale della MotoGP, ma ormai è chiaro che il rider Yamaha ha in pugno la situazione e che solamente un clamoroso colpo di scena potrebbe strappargli la tanto attesa prima corona iridata.

    A Laguna Seca si chiude il tentativo di rimonta di Dani Pedrosa su Jorge Lorenzo: il rider Honda vola a terra al decimo giro all’altezza della curva 5 mentre è in prima posizione e cerca di tenere dietro la Yamaha numero 99. Ora i punti di svantaggio rispetto a Lorenzo sono 72. Tantissimi.

    Quando sono scivolato stavo spingendo al massimo, il mio ritmo era buono e l’obiettivo era quello di mantenere lo stesso vantaggio su Lorenzo,” ha spiegato Pedrosa al termine del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, “Purtroppo in quella curva c’è un piccolo avvallamento, ci son passato sopra e son caduto, c’è stato veramente poco da fare. Sono deluso, ma allo stesso tempo è un errore che può capitare quando si cerca di fare di tutto per vincere: si prendono rischi, si corre al limite, questo è il risultato perché volevo vincere questa gara.

    Adesso l’unica cosa che possiamo fare è ricordarci di quello che stavamo facendo: era stata per noi una bella gara, ero in testa ed è questo il nuovo obiettivo,” ha continuato lo spagnolo della Honda, “Non possiamo star lì a pensare come sarebbe andata a finire: questa volta è andata così, ma siamo stati veloci per tutto il weekend, io e la squadra abbiamo lavorato bene e ci meritiamo di lottare per la vittoria. E’ andata male, ma torneremo a lottare per il successo alla prossima gara.”