MotoGP San Marino – Daniel Pedrosa dice addio alle Michelin

Daniel Pedrosa, insoddisfatto delle prestazioni dei suoi pneumatici, divorzia dalla Michelin per passare alla Bridgestone già nella prossima gara di Indianapolis

da , il

    La gara di domenica scorsa a Misano Adriatico ha visto l’ epitaffio di molte cose, alcune di esse forse recuperabili (la possibilità per Casey Stoner di vincere il Mondiale 2008, per esempio), altre irrimediabilmente concluse.

    Stiamo parlando del rapporto che ormai legava il pilota spagnolo HRC Daniel Pedrosa al fornitore francese di pneumatici, la Michelin.

    Il divorzio è stato ufficializzato con un comunicato stampa rigorosamente “official” con cui la casa transalpina ha annunciato la conclusione della fornitura di pneumatici per la RC212V del pilota iberico. Una fine preannunciata negli scorsi GP durante la casa di Bibendum era stata ammonita più volte dai suoi utilizzatori: vi avevamo già parlato infatti della grande insoddisfazione dei piloti gommati Michelin successiva alla gara di Brno, appuntamento in cui Pedrosa, Jorge Lorenzo e Colin Edwards insorsero manifestando molto apertamente tutto il proprio disappunto sulle prestazioni delle coperture francesi.

    Da lì, l?ultimatum di Pedrosa: o qualcosa sarebbe cambiato a breve, o la Honda alata del fanciullo di Sabadell sarebbe volata per altri lidi.

    E così è stato.

    La Michelin, nel comunicato di addio, ha dichiarato: ?Daniel Pedrosa ha fatto sapere che non si sente a suo agio con le gomme che la Michelin gli ha fornito e per questo con la Honda abbiamo deciso di non equipaggiare più Daniel per il resto della stagione

    Una decisione presa di comune accordo con il manager Alberto Puig e la Honda, come sottolinea lo stesso pilota: ?Ringrazio Michelin e Honda per aver le accolto mie richieste. So bene di aver fatto dei commenti fin troppo negativi sulle gomme Michelin perché all’inizio della stagione mi hanno comunque permesso di fare un avvio eccezionale“.

    Il passaggio alle Bridgestone, a questo punto, è evidente. Daniel Pedrosa, infatti, già ieri ha calzato le nuove scarpette per la sua RC 212V, al fine di iniziare a prendere dimestichezza con esse per la prossima gara di Indianapolis, dove Daniel vestirà Bridgestone.

    Nessun cambiamento, invece, per Nicky Hayden, anche se questa decisione sembra figlia di molte considerazioni lungimiranti: prima tra tutte è che con l? addio di Pedrosa, è la prima volta dopo 24 anni di corse che la Honda e la Michelin si separano. Una rottura definitiva anche con la moto di Hayden avrebbe avuto un significato troppo difficile da sopportare per i francesi ed eccessivamente severo per Honda che, comunque vada, dovrà continuare ad esistere (e a tenere dei rapporti accettabili) anche in un futuro prossimo o remoto, nel caso la Michelin tornasse competitiva.

    In secondo luogo, Hayden ormai fuori lotta per il Mondiale e con un piede dentro e uno fuori da Honda in direzione Ducati ufficiale, ha dunque poco interesse a lottare per una buona moto futura, quindi il passaggio alle Bridgestone sarebbe stato insensato.

    Del resto hayden ha anche intenzione di accelerare i tempi per il passaggio alla Ducati, e mettersi a discutere a fine stagione su quali siano le migliori coperture da utilizzare o calarsi nello sviluppo Bridgestone della moto a cui dirà addio tra qualche settimana sarebbe una decisione estremamente avventata!

    Dopo l? addio di Pedrosa a Michelin, dunque, non rimane che attendere il prossimo anno tra le due seguenti possibilità: una monogomma (Bridgestone?) oppure una Michelin rinata.

    Quale delle due è più probabile?