MotoGP: Simoncelli e Melandri vogliono riscattarsi

I piloti del Team Gresini arrivano da un esordio difficile nel mondiale MotoGP ma proprio per questo domenica a Jerez metteranno in pista tutte le motivazioni per fare bene

da , il

    Il Team San Carlo Honda Gresini vola in Spagna con l’obiettivo di riscattare la prova opaca del GP del Qatar: sull’appassionante tracciato di Jerez de la Frontera Marco Melandri cercherà di trovare il giusto feeling con la sua Honda RC212V, mentre il rookie Marco Simoncelli approfitterà del Gran Premio di Spagna per prendere ulteriore confidenza con la MotoGP (il campione del mondo 250cc è stato in Giappone nonostante lo stop di Motegi per verificare in galleria del vento alcune soluzioni aerodinamiche necessarie per adattare la moto alla sua altezza).

    I piloti del Team Gresini arrivano da un esordio difficile nel mondiale MotoGP ma proprio per questo domenica a Jerez metteranno in pista tutte le motivazioni per fare bene.

    Soprattutto Marco Melandri, che ha sul tracciato andaluso uno dei ricordi più belli della sua carriera nel Motomondiale: nel 2005 terminò sul podio alle spalle di Valentino Rossi e del suo compagno di squadra del tempo, Sete Gibernau.

    Dopo aver fatto il peggio possibile in Qatar speriamo di reagire positivamente,” ha commentato Melandri, “Jerez lo scorso anno ho fatto la mia più bella gara dell’anno sull’asciutto. Il mio ricordo più bello di Jerez è il podio del 2005, un anno che per me è stato decisamente importante in MotoGP.

    Marco Simoncelli è invece consapevole di essere nel bel mezzo di un percorso di apprendimento che gli permetterà di crescere nella classe regina del Motomondiale: “Sinceramente mi è un po’ dispiaciuto che la gara di Motegi sia stata rinviata perché onestamente avevo voglia di correre però, in definitive, avere una settimana in più per preparare Jerez va anche bene,” ha dichiarato SuperSic, “Andiamo in Spagna con la concreta speranza di fare un altro passo avanti rispetto al Qatar. Jerez è una pista che mi piace molto dove ho vinto la mia prima gara e su questo tracciato sono stato veloce tutti gli anni, quindi spero che sia così anche quest’anno.