MotoGP, via libera per la stagione 2020: si partirà il 19 luglio da Jerez

Il mondiale dovrebbe partire il 19 luglio da Jerez de la Frontera, come reso noto dalla MotoGP. Si attende solo l'ok del Governo spagnolo per l'ufficialità

da , il

    Marquez sulla pista di Jerez

    La MotoGP vede la luce in fondo al tunnel: dopo continui rinvii a causa dell’epidemia di coronavirus, il mondiale 2020 sembra finalmente avere una data di partenza. La stagione dovrebbe infatti partire dal 19 luglio, sul tracciato di Jerez de la Frontera. La data è stata fissata in una riunione alla quale erano presenti il vice presidente del Governo dell’Andalusia, nonché ministro del Turismo Juan Marin, il sindaco di Jerez, Mamen Sanchez, e l’amministratore delegato Dorna, Carmelo Ezpeleta.

    La stagione 2020 dovrebbe partire dalla Spagna

    Oltre al primo appuntamento, al quale manca solo l’ufficialità, si aggiungerebbe una seconda tappa, sempre sul tracciato spagnolo, da correre la settimana seguente, ossia il 26 luglio. La proposta sarà ora sottoposta al vaglio del Governo spagnolo, cui spetterà l’ultima parola per dare semaforo verde al via del Campionato di MotoGP, finora falcidiato dall’emergenza coronavirus. A renderlo noto è anche una nota della MotoGP. “Il Governo della Regione Andalusia, il Consiglio della città di Jerez de la Frontera e Dorna Sports hanno raggiunto un accordo per una proposta al Governo spagnolo che, se accettata, porterà al Circuito di Jerez-Angel Nieto due GP di MotoGP e uno di Superbike tra la fine di luglio e l’inizio di agosto” – si legge -. Le parti in questione avrebbero trovato l’accordo per una proposta di organizzare due GP del Mondiale MotoGP rispettivamente il 19 e il 26 luglio.

    E’ stato proposto anche di organizzare un Round del Mondiale Superbike il 2 agosto. Una volta che il Governo spagnolo darà le autorizzazioni, i tre eventi saranno proposti alla FIM per essere inclusi nei rispettivi calendari. Il primo GP della MotoGP sarà il Gran Premio di Spagna e diventerà la gara inaugurale della classe regina, mentre il secondo GP sarà il Gran Premio di Andalusia. La stagione 2020 del motomondiale, dopo l’ipotesi di rinvio, sembra quindi essere salva. Il protocollo di intesa c’è già, adesso la palla passa nelle mani del Governo spagnolo che, a meno di clamorosi sviluppi, dovrebbe dare il proprio ok dando così il via al mondiale. Dopo la Formula 1, quindi, anche le due ruote sembrano avere una data di partenza.