MotoGP Turchia. Valentino contro Valentino: Intervista doppia!

MotoGP Turchia

da , il

    MotoGP Turchia. Valentino contro  Valentino: Intervista doppia!

    Valentino post-qualifiche.

    …e Valentino post-gara.

    Ovvero, la metamorfosi di un pilota.

    Capita, purtroppo. Capita fin troppe volte in MotoGP che la dea bendata o gli dei più volte chiamati in causa dal Dott. Costa, decidano di giocare a dadi con le sorti di alcuni piloti.

    Valentino, tra tutti, ha conquistato anche questo per nulla ambito titolo, quello di “sfortunato della motogp”.

    Già l’hanno scorso aveva dato grande esempio di folle sfortuna, come socio della combriccola delle gomme dechappate, i motori rotti e gli strike involontari. Quest’anno, o almeno in questa gara, il genietto di Tavullia ha dovuto vedersela con una “gommina” non troppo prestazionale, anzi. Una gomma-pane degna di qualche artista di strada distratto.

    Fatto è che, Mr Valentino, deluso e amareggiato, a gara finita, con la mente obnubilata dalla stizza per un umiliante decimo posto di sicuro non meritato (soprattutto ricordando il risultato delle qualifiche) e ottenuto “grazie” alla solita gomma-pane di cui sopra, non abbia tenuto a freno la sua delusione e abbia lasciato parlare più l’istinto che la ragione.

    Capita.

    Capita. Perchè andar contro?

    Valentino, la MotoGP, i team e tutta la loro orbita, i satelliti e le costellazioni, non girano anche intorno a questo (oltre che ad un circuito)?

    La si prenda come dev’essere, con qualche briciola di istintivilità mal regolata, ingrediente essenziale nel mondo supertecnologico in cui i piloti respirano.

    In attesa di Shangai….